Ho letto due volte il libro”Il contrario Di Uno” di Erri De Luca.Ebbene è il più bello in assoluto degli altri letti in percedenza.( Naturalmente parlo per me s’intende!).

Le mie intuizioni sul suo carattere,il suo modo di fare e di vivere,si sono rivelate esatte! Quegli spaccati di vita,non li conoscevo ma l’intuivo. Quell’asprezza nell’affrontare le difficoltà,non sono altro che una difesa,una barriera fra lui e le inevitabili delusioni subite.
Ma quanto fuoco,passione,”ammore”,come lo chiama lui,quando queste barriere si abbassano! Quanta dolcezza ,fierezza ,nel ricordare gli amori passati.

“Ero uno,anche meno di uno.Però amavo. Amavo la ragazza dai capelli lisci,messa di profilo in una fotografia di primavera ai fori romani,una nostra passeggiata.Amavo la ragazza che mi aveva accolto nelle spalle larghe ,come fa ,con una barca,una tempesta.”

Un amore finito,mai dimenticato,che gli fa scrivere:

“Più tardi ho amato qualche altra con lo sbaglio che fosse ancora lei.Pretendevo quello sbaglio per potermi innamorare……”
“Non mi manca perchè non si è mai tolta dai pensieri.Ne’ mi manca quell’ora di resurrezione sotto il corpo della ragazza amata. Io l’ho avuta quell’ora sconfinata.Io l’ho avuta.”

Così come il solo contatto di una mano,può scatenere emozioni che neanche un’amplesso può suscitare.

“Allora la tua mano è stata congiunzione e,la particella che sta tra due mani e li accoppia più di abbracci e baci. La tua mano minuta serrata nella mia inutilmente larga,serrata a serratura chiudeva noi due dentro e tutti gli altri fuori”.

Questa capacità di creare un’intesa perfetta in così poco tempo,riuscire a imprigionare una sensazione e farsela compagna di vita!
Che bello poter far parte dei suoi ricordi,aver suscitato un’emozione!
Poter rispondere al suo annuncio mai spedito:”Sono io la ragazza che la sera….” Anche i miei capelli allora erano lunghi,ma mai avrei potuto incontrarlo in una manifastazione.Seguivo altri percorsi,altre vie.
Altri sentieri che comunque,mi hanno portato a conoscerlo,ad apprezzarlo.Esperienze che lo fanno vivere nel mio presente,attraverso il suo passato.
Ciao Erri.

“Quando saremo due saremo veglia e sonno,
affonderemo nella stessa polpa
come il dente di latte e il suo secondo,
saremo due come sono le acque: le dolci e le salate,
come i cieli del giorno e della notte,
due come sono i piedi, gli occhi, i reni,
come i tempi del battito
i colpi del respiro.
Quando saremo due non avremo metà
saremo un due che non si può dividere con niente.
Quando saremo due, nessuno sarà uno,
uno sarà l’uguale di nessuno
e l’unità consisterà nel due.
Quando saremo due
cambierà nome pure l’universo
diventerà diverso.”

Erri De Luca

Riferimenti: quando saremo due…



6 Commenti to “Il più bello di tutti!!”

  1.   sara Says:

    certo, ti faro’ sapere :)

  2.   quentin Says:

    Grazie per le visite ed i commenti… :)
    Un bacio…

  3.   quentin Says:

    Io non ho letto nulla di De Luca… dovrò provvedere… :) Bello bello… Brava… :)

  4.   vitty Says:

    Sara,ti piacerà,fidati! Poi fammi sapere.Ciao.

  5.   vitty Says:

    Sara,ti piacerà,fidati! Poi fammi sapere.Ciao.

  6.   sara Says:

    sai gia’ che ho letto altri due libri di DeLuca, sinceramente questo non mi chiamava poi tanto.. ma visto come ne hai parlato… lo acquistero’ sicuramente :)

Lascia un commento

Codice di sicurezza: