In questi giorni così, strani, pieni di sentimenti che alternano la pietà, l’orrore, la rabbia………l’impotenza, cerco nel mio piccolo niente, qualcosa che mi faccia sentire veramente partecipe al momento che stiamo vivendo! Ho espresso il mio dolore e la mia rabbia con le parole che il mio cuore mi dettava…….cercando conforto fra i miei autori preferiti, una poesia di Erri De Luca mi ha colpita….Lui non si definisce un poeta, anzi,
questa sua svolta la giustifica così:” E’ che a cinquant’anni un uomo sente di doversi staccare dalla sua terraferma e andarsene al largo.
Per chi scrive storie all’asciutto della prosa, l’azzardo dei versi è mare aperto.
Non li ho raggiunti,i versi.
Qui ci sono linee che vanno troppo spesso a capo.”

Bè, questa poesia a me è piaciuta molto…..e in questo momento mi sembra
più che attuale!!!!

Preghiera di un soldato di notte

Chi ha costruito una casa nuova e non l’ha abitata
chi ha piantato una vigna e non ha raccolto
chi ha una ragazza promessa e non l’ha presa
vada alla sposa,all’uva,al focolare
e ne goda possesso per un anno
prima di unirsi agli altri nella guerra.
infine chi ha paura,chi è tenero di cuore
resti a casa e non sciolga il coraggio
ai suoi fratelli in guerra.

Ho letto queste regole nei libri sacri
e ho avuto desiderio di appartenere a un popolo antico
di buon cuore con la gioventù.
Perchè ho lasciato il raccolto in fiore
la casa senza tetto
e la ragazza al treno.
Sono di sentinella sulla notte
da una cresta di vetta
in una guerra insonne.
Le mitraglie sfracellano ghiaccio a lume di luna
aspetto che mi scuota il tremito del gelo
per tremare senza la vergogna.
Ho paura del cielo, che non faccia giorno
ho paura del suolo, che m’inghiotta vivo
ho paura del fiato che sale bianco al buoio
e fa di me un bersaglio,
ho paura signore:perchè questo a me?
Perchè non ho diritto a vivere
e devo invece chiedere in ginocchio?
Non mi basta il domani, io voglio la durata
abituarmi agli anni, andare alle nozze dei figli
e in questa notte di bestemmia anche alle loro tombe.
Voglio avere sonno accanto alla ragazza
quando avrà i capelli bianchi.
Perchè ti devo chiedere in ginocchio
di vivere, sfruttare a feccia
la vita che mi riempie?
Chi di noi avrà diritto a questo
non sarà il più giusto,nè il migliore,
potrei essere anch’io,signore,le tue stelle
spegnile con le nuvole
ch’io resti invisibile alla mira
e al casaccio di schegge,ma pure se non puoi
proteggermi o non puoi
non mi lasciare il corpo sopra i sassi
e gli occhi non li dare ai corvi.
Non mi chiedere conto delle collere
contro di te, non so pregare in pianto.
Quando gela non escono le lacrime,
piamgerò in primavera.

E’ bella Erri……ciao, da Vitty.
Riferimenti: l’azzardo dei versi è il mare aperto…..



7 Commenti to “Una poesia di Erri De Luca.”

  1.   vitty Says:

    X Maltese
    Sono lieta che ti siano queste parole di Erri, se lo leggerai, imparerai ad amarle tutte!!!
    Contraccambio l’abbraccio. Vitty.

    X Italo
    Ciao, Italo, hai visto? Ti ha risposto addirittura Sergio Sestolla…..non lo fa mica con tutti sai??!! Devi essergli simpatico!
    Ti abbraccio anch’io con affetto, Vitty.

    X Matteo
    E’ vero, talvolta poche parole di una poesia,
    sostituiscono meglio tante roboanti parole.Ciao!!

    X Sergio
    Carissimo Sergio…..che sorpresa!!!
    Ti fermi??? Spero di si, smack, per il benvenuto.

  2.   Matteo Says:

    Disabituati al silenzio, alla preghiera, alla commozione, alla “patria”, troviamo nella poesia molte cose di cui siamo mancanti. Grazie

  3.   SERGIO SESTOLLA Says:

    x italo

    Brecht

  4.   italo Says:

    Un tango di Carlos Gardel, “Silencio”, dice press’a poco così “Una madre ha dato alla patria cinque figli, le hanno restituito cinque bare e cinque medaglie”
    Credo sia fedele al senso, ma la mia memoria zoppica quanto il mio spagnolo.
    Chi scriveva “beato il popolo che non ha bisogno di eroi”?
    Un abbraccio
    italo

  5.   maltese Says:

    credo che in questi giorni ognuno di noi ha provato emozioni sta alla propria sensibilità viverle e coltivarle e soprattutto non dimenticarle…tu oggi con questa poesia mi hai fatto scoprire un autore capace di parole che non conoscevo…grazie!! un abbraccio…

  6.   vitty Says:

    Evviva!!! Concordo in pieno!!!!
    Ciao, Bianca!!

  7.   bianca Says:

    Erri De Luca è uno dei migliori scrittori contemporanei, a mio avviso.

Lascia un commento

Codice di sicurezza: