Stamani mi sono svegliata con un ritornello nella testa, sarà perchè ieri mi è stato chiesto dove mi sarebbe piaciuto trascorrere qualche fine settimana….la mia risposta è stata immediata –A Roma!!!–
Ormai sono tre o quattro anni che non ci vado, l’ultima volta fu per il Giubileo.

La parrocchia organizzò una gita e naturalmente partecipai, volevo che anche qualcuno della mia famiglia partecipasse, ma non ne vollero sapere…
evidentemente non amano le gite parrocchiali….fu la mia fortuna…perchè mi sono divertita molto, ed ho di quel giorno ricordi molto piacevoli.

Era primavera inoltrata, fine aprile o primi di maggio,non ricordo bene, faceva caldo, un caldo da camminare senza giacca, tanto da sentirti libera di muoverti con tanto di cappellino e bottiglietta in mano….la mattina,
(arrivammo presto, alle nove eravamo già in Vaticano)la dedicammo appunto al Vaticano, poi ascoltammo il papa, seduti fuori, in mezzo ad una marea di persone, lui era piccolo piccolo, visto così da lontano….ma l’emozione che provai è ancora viva, poi passò con la papamobile, ed io avrei potuto anche toccarlo se solo avessi allungato la mano, invece rimasi come imbambolata a guardarlo….in un attimo era già lontano…..
Galvanizzate e euforiche da questa bella esperienza, ci riunimmo tutti e mangiammo i nostri panini con molto entusiasmo, dopo fu la volta dei souvenir, quelle bancarelle erano prese d’assalto, c’era ,come si dice da
noi…zibillo!!!!

Una volta mangiato, riposti i ricordini, eravamo liberi di visitare un pò la città. Come sempre accade, si formarono dei gruppetti assolutamente indipendenti e impenetrabili…
Io mi ritrovai con altre tre signore, una vicina a me come età, le altre decisamente più grandi, comunque eravamo decise di non sprecare neppure un attimo di quel bel pomeriggio romano…
Dove si va…..quanto tempo abbiamo…..non è molto…..però che caldo….

Mentre cercavamo un compromesso, fra il caldo, la stanchezza,il tempo avaro….arrivammo davanti ad una carrozza….(io adoro la carrozza…..)

–Ragazze!!! Ecco la soluzione…chiediamo quanto ci costerà e facciamo un giro per Roma così, come regine!!!–

L’idea piacque, la cifra che ci chiese un pò meno….per circa 40 minutidi giro turistico, ci fu chiesto 200.000lire……per noi non poco….ci guardammo….io fremevo…..alla fine decidemmo per un liberatorio :Sì!!!

Il vetturino fu molto gentile, ci parlò con un romano adorabile….non so se tutti i romani parlano così, ogni parola che diceva lo ascoltavamo estasiate….intanto davanti a noi si snodava la città con le sue bellezze
mozzafiato…..Castel San’Angelo, superbo, bello da piangere, poi Piazza del Popolo, piazza Cavour, qualcosa che aveva a che fare con Augusto e ancora…via del Corso…non ricordo tutto, perchè la mia mente non ce la faceva a imprigionare bene quel tragitto, volevo di più, volevo portarmi via quel cielo, quell’aria romana, quel “venticello de’ Roma…..”
Credo di essere rimasta per tutto il tempo del giro, con un sorriso beota sul viso…anche il traffico mi è piaciuto…..tutti a passare allegramente col rosso….una cosa impossibile farla nella mia città…si vede che ogni tanto trasgredire ….appaga!!!

Quando risalii sul pulman che mi avrebbe riportato a casa, restai in silenzio, ripassavo mentalmente tutte le emozioni che avevo provato….sono rimasta a lungo, con la testa voltata nel guardare Roma che si allontanava…Bella Roma, ti ho mandato tanti baci, mi hai fatto sognare…

In casa non raccontai tutto, quelle emozioni erano mie e tali sarebbero rimaste…..

Ora però, con la prospettiva di tornarci, sono pronta a viverne di nuove….sono certa che la generosa e bella Roma, saprà donarmene a piene mani!!!
Un bacio Roma….da Vitty.
Riferimenti: Roma…un fa’ la stupida stasera…….



31 Commenti to “Arrivederci Roma….!!!”

  1.   vitty Says:

    E noi (io e Colomba),caro Corvo, ti metteremo il “paraocchi!!!” così sarai meno incline a distrazioni varie……Con questo, sappi che sei “arruolato”!! Ciaooooo!!

    Carissimo Artur, la tua polverina cade proprio a “fagiuolo” come si dice…..ne avresti una quantità industriale???
    Un bentornato di cuore, da vitty.

  2.   Corvo di Salaparuta Says:

    Se vuoi, Vitty, mi offro io come…arbitro, sempre che non venga distratto (evenienza questa molto probabile) da Colomba o, se lei non sarà presente, da qualche altra “scheggia” trasteverina.

  3.   liberodivolare Says:

    Cara Wendy-Vitty un saluto e un pizzico di polvere magica della felicità.

  4.   viola Says:

    Mi dimenticavo: Buon compleanno!!

  5.   viola Says:

    In questo post si respira una bella aria!
    Bravi Cassandro e Sergio Sestolla, avete pubblicato qualcosa? Si può avere qualche titolo?

    Ciao, Vitty, non mi stanco di seguirti.

  6.   la vitty, divertita...... Says:

    Cassandro caro, grazie per il bel “quadretto” che
    hai voluto dividere con me, con noi!! Perchè dovrebbe annoiare?? “ce ne fusse” diceva non ricordo chi…Bello e vivace, fortunate le ragazze, le turiste, che si imbattono in complimenti così spontanei e immediati “de’core”insomma….lo vedi come comincio a entrare nell’atmosfera? Avevo ragione a , oltre che ammirare le piazze e monumenti,osservare e ascoltare le persone che mi passavano accanto…..ogni cosa era bella, ed ogni cosa è stata apprezzata!

    Non è vero che a Sergio certe cose non “càpitano”, forse non le nota….è diverso…
    ma sempre a punzecchiarvi state…come farò a uscire con Voi due…..mi dovrò portare dietro un
    arbitro!!!!

    Ciao, amico birbante, grazie delle splendide parole che mi regali, un bacio affettuoso. Vitty.

  7.   bassanimarc Says:

    roma e’ fantastica…tutta l’italia e’ bella

  8.   CASSANDRO Says:

    x Colomba Platino

    No, cara Colomba…non ci paga nessun Ente del Turismo: almeno parlo per me, in quanto Sergio è capace di tutto…proprio di tutto…si fa perfino pagare dalle turiste belle per far loro da cicerone, mentre io, a riprova che non tutti ?costano tanto? (non preoccuparti perciò, Vitty!), che ne so molto più di lui…in questo campo, almeno…lo faccio gratis, ed anzi offro a loro pure la colazione al sacco nei giardini del Palatino o una ?fraschetta? a Velletri.

    In ogni caso Roma non ha bisogno di promotori turistici, come peraltro, e forse a più buon diritto, la tua sognante Venezia…Entrambe poi sono un teatro en plei air, come ti dimostrerà fra l?altro la seguente composizione, avente per protagonista…forse…una ?scheggia? di allieva di terza liceo (infatti non ricordo se avesse ?i libbra sotto o? vrazzo e ?a camicetta a fiori blu?).

    x Vitty

    Ogni promessa è un debito e quindi (nella speranza di non stancare i tuoi amici) ti invio (su tua autorizzazione) il breve schizzo di vita romana contenente l?espressione un po? colorita che avevo anticipato.

    Si tratta di un fatto avvenuto sotto i miei occhi (tant?è che l?ho pure datato), quasi una ripresa cinematografica (a Sestolla questi incontri non càpitano, perché le cose ?gradevoli? sorgono solo davanti a chi se lo merita, e non è immerso a contare i soldi ?fregati? alle turiste)

    C O L P O D I V E N T O

    Che visione!…Olè! Colpo di vento,
    deciso, e la gonna a piegoline
    ti vola su, in alto…In un momento
    ridono al sole le tue mutandine.

    Assai ridotte sono, di colore
    rosa pastello…identico al vestito,
    bene aderenti al tuo rotondo…fiore
    …ma, di’, è Canova che te l’ha scolpito?

    Manco ci provi un poco a riabbassare
    l’orlo dell’abitino, che ondeggia
    fino alla vita…E chi te lo fa fare

    con questo caldo qui, che si boccheggia?!
    Da una Vespa eccoti arrivare
    un romanaccio: “…A chiappe d’oro!…A scheggia!”

    ?3 luglio, Circo Massimo, vicino
    alla salita che va all’Aventino…

    (Cassandro)

    Spero tanto che questo ?quadretto?, ripeto forse un po? colorito ma comunque gaio al punto da fare sorridere pure il sole, sia stato di gradimento…

    Roma è una miniera di mille avventure ed una fucina di colorite espressioni, tant?è che Belli, ricreandoli con la sua arte somma, ad esse si è continuamente riferito, e tutt?ora càpita di ascoltarle, specie in qualche posto per romani doc, fuori dagli itinerari turistici.

    Buona futura visita a Roma a te e a tutti i tuoi amici.

  9.   vitty e colomba Says:

    Si,si, Colomba, prendiamoci una vacanza e godiamoci le bellezze di Roma, così, fra il tuo Corvo di Salaparuta, Sergio, Cassandro, impareremo a conoscere questa città, come e meglio “de’i romani de’Roma” (comicio a diventare bravina, con le “lingue”).
    Ciao, carissima, buona serata!!!
    Un abbraccione e un bacio, smack!!

  10.   la vitty, divertita...... Says:

    Carissimo Sergio,ti confesso che oggi, anche se sovrastata da molteplici impegni, quando ho potuto, mi sono fermata a leggere le Tue parole…
    mi hai fatto tanto ridere….la visone di me che svengo sulla tastiera, mandando in tilt Tiscali, mi ha veramente divertita….ma come fai a pensare queste cose….non spargere la voce,altrimenti mi chiederanno pure i danni!!!

    Ti ringrazio di avere accettato di farmi da Cicerone..gratis…..”ammappàla” (vado bene col romano??) quanto sei caro….ma tutti così costano???
    E sarà bellissimo pranzare sulla terrazza del Campidoglio, con Cassandro e Mary, se vorrà unirsi a noi!! Ho davvero una gran voglia di “mbriacarmi de fori e de scavi”….per fortuna la primavera è alle porte….tieniti pronto perchè arriverò senz’altro!!!

    Bella, incredibilmente invitante, affascinante, ospitale la tua Roma d’Agosto…certo sarebbe un’altra musica girovagare fre quelle meraviglie, invece di fare avanti e indietro….avanti e indietro …dalla camera al terrazzo…..dal terrazzo alla camera….giusto per rinfrescarmi un pò….!!!
    Prima o poi, proverò anche questa emozione….
    ho voglia di viverla questa città, e grazie alle Tue parole, a quelle di Cassandro, quando chiudo gli occhi mi sembra già di esserci!

    Grazie degli auguri, sono contenta che siano arrivati oggi….vedi, Cassandro, non ridcordandotelo, ha fatto sì, che il mio compleanno durasse più a lungo…Grazie Cassandro,
    grazie Sergio vvtb.
    La vostra amica Vitty.

  11.   Colomba Platino Says:

    Se questi “due” continuano mi trasferisco da Venezia a Roma.
    Ma chi li paga l’Ente del Turismo!…

  12.   SERGIO SESTOLLA Says:

    x Cassandro

    Okkei, io ti lascerò lavorare (non ho capito ancora che lavoro fai), ma tu lascia lavorare pure me…Non so se hai notato ma Vitty ha proposto a me di fare da guida a lei ed alle sue amiche, se dovessero capitare di nuovo a Roma?(Ma come avrà fatto a capire che faccio, a tempo perso, pure la Guida di Roma?)

    x Vitty

    Sarà un piacere farti da guida…per te farò sicuramente uno strappo alla regola e ti porterò per ruderi imperiali e piazze barocche gratis (te lo meriti), perché faresti ?arisboing? (come quando hai visto sul tuo blog ben 60.000 visite ed hai fatto andare internet in ?tilt?) se solo vieni a sapere che il mio onorario non è di 200.000 lire, come il suo tassinaro per quattro turiste, ma di 200 euro a testa, massimo sei turiste, riducibile a 150 euro (sempre a testa) se sono belle e intelligenti (Se vorrai potrai venire pure tu, caro Cassandro, se Vitty sarà d?accordo, sempre gratis, ma con l?obbligo di stare zitto e di offrire il pranzo sulla terrazza del Campidoglio, senza quindi che cominci a fare il Cicerone, attività questa che posso cedere soltanto alla romanissima Mary…nel qual caso mi metterei doverosamente da parte).

    Come avrai capito, sto scherzando, Vitty (in genere sono più caro)…comunque farei con estremo piacere il farti ??mbriacare de fori e de scavi?, di giorno e di sera (e di sera s?intende dalla sera fino al sorgere del sole), specialmente d?agosto

    R O M A D ‘ A G O S T O

    Roma d’agosto…che grande delitto
    andarsene a dormire quando è sera!
    Ma chi l’ha detto?…ma dove sta scritto
    che qui è come altrove? Qui la fiera

    di tutto ciò ch’è bello è sempre aperta,
    l’incanto scorre qui per ogni dove,
    per cui…perchè finir sotto coperta,
    e nel sonno morire? Alle nove,

    o giù di lì, ascoltami, alla svelta,
    per la città disperditi, i ponti
    sul Tevere attraversa, e va’ a tua scelta,
    al Pantheon, a Trinità dei Monti,

    a Piazza del Popolo, al Pincio
    che tiene, dritto dritto, il gran San Pietro,
    la cupola romanica di sguincio,
    le palme belle epoque appena dietro?

    O va’ a Piazza Navona, a stralunare,
    a farti un gelatone a Tor Millina,
    comunque e ovunque a perderti, a sognare
    ?fin che rispunta il sole la mattina.

    (Sergio Sestolla)

    Ed ora, Vitty, studia bene tutti posti che anch?io ti ho nominato e che fanno parte dell?immaginario collettivo di chi apprezza Roma…Ricordati Roma non è una città, è un?idea, un po? come te che sei per tutti quelli che ti apprezzano non solo un?amica, ma l?idea dell?amicizia spassionata (come testimoniano Mary, Lorenzo, Italo?tanto per citare gli ultimi commentatori…e un poco pure Cassandro (a proposito: ?Auguri!? in diretta…in verità la colpa per non averli fatti subito non è mia…non è che io avevo scordato il tuo compleanno, è stato Cassandro che non me lo ha ricordato!…e poi sarei io il ?brav?ommo?!)

  13.   la vitty meravigliata...... Says:

    …oddio….leggo, sorrido e piango…non sono abituata a tanti auguri…tante parole scritte solo per me! sono abituata agli auguri ristretti in famiglia….perciò questa dimostrazione di affetto, così spontanea, assolutamente non sollecitata….se dico che mi fa piangere di gioia
    è la pura e semplice verità!!!

    Italo, quanti acquari nella Tua Famiglia…non ti mancherà il da fare!! Grazie carissimo, grazie davvero!

    X Lorenzo
    Non potevi “copiare ” meglio!!! questa “ciumachella” è tenerissima, dolce…..non potrò fare a meno di pensarti, ogni volta che la sentirò!! Un commosso e sentito grazie, dal cuore.

    X Mary
    sei fortunatissima ad abitare in questo sogno di città. Belli e sentiti i Tuoi auguri, se mai capiterò a Roma, sarà un piacere incontrarti!!!
    Anche a Te un grazie speciale.

    A tutti un abbraccio affettuosissimo!!!
    Vitty.

  14.   italo Says:

    Buon compleanno, Vitty.
    Quanti genetliaci, in questi giorni: tu,
    Alcaciofo, mia moglie, uno dei miei figli..
    un abbraccio
    italo

  15.   Lorenzo Says:

    Ehm…io non so poetare, ma spero di saper copiare…bene

    Ciumachella ciumachella de Trastevere
    sei l’ottava meravija de Roma mia
    Se un pittore te volesse pitturà
    non saprebbe da che parte incomincià

    Ciumachella ciumachella de Trastevere
    che miracolo che ha fatto mamma tua
    a creà sto non plus ultra d’armonia
    Ciumachella ciumachella de Roma mia

    Sei ‘na rosa
    sei un bigiù
    ‘na sciccheria
    Ciumachella tu sei nata pe’ incantà

    Se un pittore te volesse pitturà
    butta tutti li pennelli e stà a guardà…

    Buon compleanno Vitty!

  16.   Mary Says:

    Apprendo in ritardo del tuo passato compleanno. Eppure me lo avevi detto che anche tu eri di febbraio! Che terribile sbadata… Auguri, spero siano ben accetti anche se in ritardo.
    Roma… Roma… è la mia città, la mia splendida città. Il centro con i suoi vicoli, i suoi colori, i suoi profumi particolari. La gente bella, brutta, cordiale, incazz…, frettolosa… La periferia, palazzi, negozi, colori. La maestosità dei monumenti, puoi sognare ad occhi aperti… Il Colosseo, l’Arco di Costantino, gli scavi, che riportano in superficie la Roma capitale del mondo!
    Se vieni possiamo incontrarci e conoscerci.
    Un bacio dalla tua amica Mary

  17.   vitty la Romana!!! Says:

    Non credo ai miei occhi…NON ci credo…datemi un pizzicotto…Cassandro, ma sono proprio per
    me questi versi,questa similitudine Vitty=Roma??
    E’ troppo…ed io sono al “settimo cielo…o all’ottavo, o al decimo”…insomma, in altissimo!!

    Mi vedo circolare per Roma con le Tue belle parole messe intorno al collo come una ghirlanda, anzi, vestita da capo a piedi da questi versi che non mi stancherò mai di leggere.

    Ne è valsa la pena, giungere a “maturazione” se questo è il risultato!!!
    Quando sarò in questa città, che ora sento un pò anche mia, andrò a visitare tutti i luoghi menzionati e mi sentirò parte integrante di tutto quello che vedrò.

    Se hai altre poesie in romanesco “pittorescamente colorite”, scrivile tranquillamente, mi immerggeranno più che mai in questo sogno chiamato Roma che fa ben pensare ad “un sogno d’Amor”. ( Ti è piaciuto??? Eh…cosa vuoi, anch’io ho la mia vene poetica…)

    Prima di salutarti,permettimi di dirti che con Sergio hai esagerato…chiamandolo “brav’ommo”, ti risponderà per le rime, temo…è stato tanto bravo con la sua poesia, non si meritava di essere “sfottuto”.

    Grazie per la poesia,grazie per gli auguri,grazie per le Tue parole sempre generose nei miei confronti, grazie per l’aneddoto romanesco che mi è piaciuto tanto…grazie per la Tua Amicizia. Grazie di esserci; sempre!

    Ti abbraccio e Ti bacio con sincero affetto.
    Vitty.

  18.   CASSANDRO Says:

    x Sergio Sestolla

    E così avresti fregato me?…Tuuuu?…Tiscali può fregarmi, no tu!

    Per tu fregarmi, ne deve passare acqua sotto i ponti del Tevere!…(salvo che riesci a bloccare le vie di internet…)

    Tu ti sei limitato a fare una descrizione…niente male (la tua poesia ha addiritura richiamato alla mente di qualcuno una mia composizione di ben altro livello!), ma sempre una descrizione è!…e l?analogia fra la donna e i luoghi (oltre agli astri…sole, luna, stelle) è esistita dalla notte dei tempi (lo conosci per caso ?Il cantico dei Cantici??…spero di sì!)

    Non hai dedicato nulla a Vitty, la quale si merita ben altro, innamorata come appare della città eterna, e che quindi è doveroso rapportare Roma a lei…non ti pare?

    Pertanto,fatti più in là e…lasciami lavorare, giovinotto!

    x Vitty

    che è romana di cuore, e non solo…

    NON SOLO ROMANA

    Roma tu sei e non solo romana,
    chè vive dentro te questa città:
    se pure la prendessi alla lontana
    sei sempre come lei, di qua e di là.

    Estrosa come Trinità dei Monti,
    fuori del mondo come il Palatino,
    decisa e forte come Tor de’ Conti,
    arcana come il Torso di Pasquino.

    Come le catacombe misteriosa
    o uguale al Circo Massimo…solare,
    come Piazza Margana sempre in posa,
    o il Colosseo…beh!…lasciamo stare!

    E come le fontane…scintillante,
    siccome gli obelischi…ardita e fiera,
    come il suo ‘ponentino’…stuzzicante
    e allegra come allegra è qui la sera.

    Infine debbo dirti, cara amica,
    che pur se la tua età non è più quella
    del primo amor…somigli all’Appia Antica:
    è all’imbrunire che si fa più bella.

    (Cassandro)

    Mi resta solo da aggiungere qualcosa circa il ?romanesco? che tanto ti è piaciuto nell?intercalare del tuo vetturino da 200.000 ?cucuzze?: penso infatti che, purtroppo, non conosci un altro romanesco…quello ?verace?…quello dei complimenti esternati dai bulli di trastevini a gran voce in mezzo alla strada nei confronti delle belle donne…Sono delle vere e proprie simpaticissime fucilate!…

    Mi è rimasta ancora impressa un?esclamazione di giubilo, puntuale, semplice e ben valutativa, che partì in una assolata Via Nazionale (saranno state le 2 del pomeriggio e la via era quasi deserta) nei confronti di una bellissima e formosa ragazza che stava graziosamente scendendo da una ?Fiat 500? vecchio modello (quello con lo sportello che si apriva controvento, nel verso della strada cioè), la quale indossava un corto abito molto attillato e di uno splendente giallo canarino.

    Proprio nel momento in cui lei, in maniera disarticolata aveva messo fuori la prima ben tornita gamba, lasciando intravedere anche l?altra, le arrivò dal finestrino di una macchina che incrociava in senso inverso uno squillante ?…?A giallona, spaccarellaaaa!!!!?, che lasciò allibiti i pochi passanti, e piacevolmente interdetta la ragazza, per la concisione della esclamazione che coniugava ad un tempo la movimentata ?spaccata? della ragazza alla bellezza esterna e saporosità interna delle pesche che sono proprie di quel periodo, le ?giallone?, che come saprai quando sono al massimo della maturazione tendono leggermente a ?spaccare? la scorza vellutata (e quindi ancora una volta richiamava lo splendore di quella ragazza.

    In vero altre varie espressioni di giovanile entusiasmo le ho raccolte nel mio peregrinare per Roma, alcune delle quali ho pure messo in versi, ma per il momento, dato il tono molto colorito di qualcuna di queste, anche se ?azzeccate? come tutti i volanti complimenti dei Rugantini romani, mi astengo dal proporre d’iniziativa, salvo che non intervenga “espressa” autorizzazione di Vitty (che sempre ringrazio per l?accoglienza riservatami).

    P. S. Ah, scordavo!…, un grazie anche a William, che da ben noto uomo di teatro accortamente centellina sia le parole che i versi (come riconosciutogli anche dalla altrettanto attenta Witty), per il giudizio su taluni miei scritti (però, per favore, mai affibbiarmi un 1 a 1 con Sestolla: bisogna decidere…o io oppure lui!…Sai, c?è un po? di incompatibilità di carattere (solo sotto il profilo letterario) fra di noi, pure se debbo riconoscergli un certo stile ed una grande generosità, anche nel proporsi senza risparmiarsi mai (fino a che sbotterà…io ce la sto mettendo tutta!)

    Dulcis in fundo, e col capo coperto di cenere…?Tantissimi Auguri? a Vitty per il Suo compleanno, anche se con leggero ritardo (grazie Rosagialla!). Da quello che comprendo ti trovi nel periodo più bello della vita di una donna (ragazzine permettendo)…attenta a non fare troppo innamorare i vetturini quando tornerai a Roma, se no ti alzeranno il prezzo o ti porteranno in carrozzella gratis (non so delle due cose cosa sia preferibile)…Inoltre, approfitto per farti gli auguri anche a nome di quel tale Sergio, che di sicuro se ne sarà scordato…Lo devi perdonare: tutto sommato…ma proprio tutto tutto…nel complesso è un ?brav?ommo!?

  19.   vitty Says:

    Gulp!!Siamo a 60027 visite??? Agguantatemi che svengo per l’emozione……..sboing!!! svenuta……

    Un grazie sincero a tutti i visitatori…..
    arisboing…..!!!

  20.   rosagialla Says:

    … quest’estate avevo scritto un post dove si parlava delle nostre date di compleanno e tu avevi lasciato il commento ricordavo che si trattava di febbraio, ho solo avuto bisogno di leggere la data… smack e buon we!

  21.   vitty Says:

    Stamani mi verrebbe da dire “Buongiorno Mondo!!!”,
    appena alzata (mi sono concessa a madame Pigrizia, lo ammetto…)trovo degli auguri davvero graditi…..come hai fatto cara rosagialla a ricordarti??? Devo averlo detto all’inizio della mia avventura in questo mondo blog!!!! Comunque, mi sono veramente arrivate delle rose gialle, una penserò che sei tu, va bene??? grazie ancora, e contraccambio lo smack!!

    Will, so che parlavi con Sergio e Cassandro, ma dato che sono qua, mi fa piacere salutarti.
    Noto che leggi con attenzione certosina i versi dei nostri amici…complimenti, non tutti sono così attenti!!
    Non avevo collegato la città=donna.
    Accipicchia Voi uomini, la vedete dapperttutto….
    Scherzo, è stata una bella interpretazione, specie riferita a quel “dettaglio” chiamata età…
    Complimenti anche per aver trasformato il tuo mercato del pesce, in un luogo così suggestivo e pieno di fascino!!!
    Buona giornata a Te, a Sergio a Cassandro e a tutti quelli che si fermeranno. Ciao!!!

  22.   rosagialla Says:

    carissima vitty… avevo incaricato il fattorino di portarti uno splendente mazzo di rose… ma non ti ha trovato il 5 febbraio…. ma sono quà adesso per farti gli auguri per il tuo compleanno, spero che, anche se in ritardo… i miei auguri siano graditi! Buon Compleanno smackkk ^_^

  23.   william Says:

    Per Cassandro e Sestolla

    Isola nel Mare (Cassandro) – Piazza Navona (Sestolla ) risultato : Primo ex equo.

    Nella classifica ideale questi due sonetti vanno pari classificati. Per densità emotiva.
    ……..
    ?tu solo?come un?isola nel mare
    ?nel cielo un pianeta
    ?nel bozzolo di seta
    un baco che vi muor per poi volare.
    Leggendo la Tua poesia, Sestolla, mi sono venute in mente le parole di Cassandro del sonetto citato. Ho realmente pensato Roma come un pianeta nel cielo e i quartieri e le piazze di Roma, a loro volta, come piccoli satelliti. Fotografai un giorno l’angolo della pescheria – mercato della mia città con lo Zione, ormai famoso personaggio del Blog. Erano le sei del mattino di una domenica di Ottobre. Non vi erano Lì nella pescheria le tre fontane di illustri architetti. E l’acqua del fiume sotterraneo scorreva silenziosa dopo giorni “di fracasso” dettato dalle grida di poveri mercanti e non da “ricchi e mendicanti,giovani con chitarre e donne belle,
    pittori, artisti, maghi e cartomanti,
    soldati e venditori di crispelle”.
    E come dici Tu la mia pescheria era Lì solo per me a gridare e, contemporaneamente,silenziosamente tacere. Nel grottesco gioco di una città che ama tutto ciò che è palesemente eccessivo.Come l’amore,la devozione,l’odio e la vendetta.Il Successo come la disgrazia. Una città dal tratto contradditorio come i suoi colori:il bianco e il nero.Fù in quel momento,in quella mattina di ottobre con lo Zione a mio fianco, che decisi di scrivere un libro fotografico sulla mia città. Ancora inedito per mancanza di tempo,non certo di idee. Fu in quel momento che decisi di abbandonarmi tra le braccia della mia Città.Non bella,ma maliziosamente ammaliante come una sensuale donna quarantenne. Pronta a esaltarTi a divorarTi, a dimenticarTi. Senza sconti. Nel rispetto della tradizione locale. William

  24.   vitty Says:

    Sergio, è stata una bella sorpresa trovari qua,
    con questi versi così belli e pieni di amore per questa città.
    Si vede che la “senti”…..
    Sono d’accordo con Te sull’ex equo fra Roma e Venezia. Sarebbe impossibile scegliere fra queste due meraviglie!!

    Non credo che la Tua sia “faccia tosta”…anche al Belli sarebbero piaciuti i Tuoi versi, si sentono che vengono direttamente dal cuore, sono sinceri.

    Leggo e rileggo la bella PIAZZA NAVONA, vorrei essere la’”di mattina presto”…e godermi tutto quello che hai descritto.
    Sarebbe fantastico, sentirtela recitare in loco…
    Se càpito, mi farai da guida??? Ci conto!!

    Ti invio un abbraccio speciale( per favore…non stuzzicare sempre Cassandro!!!) per la Tua poesia davvero speciale!
    Con affetto, vitty.

  25.   SERGIO SESTOLLA Says:

    Perchè non fare Roma Venezia ex aequo?

    Non ricordi tutto di quella gita a Roma?…E chi può mai ricordare tutto di Roma?…potrebbe passarci mille vite! Sarebbe come guardare un tappeto persiano e volerne ricordare colori, disegni ed intrecci di fili…come vivere a Venezia un mese e dire “io la conosco bene quella città e l’animo dei suoi abitanti”

    Roma è un?opera d?arte ( a te è perfino piaciuto il traffico!) e come tutte le opere d?arte (ovviamente pure Venezia) ogni qual volta vengono rivissute danno una sensazione diversa, sempre bella, ma sempre nuova.

    Appena ci ritornerai con la tua famiglia, Vitty, i posti già visti ti appariranno sotto diversa luce.

    E poi non scordare che l?hai visitata nelle ore, diciamo, turistiche!…Se la vedi in altre ore, esempio alle prime luci dell?alba, quando si sveglia…beh, meglio che non vada oltre, se no tu…romantica e passionale per come appari…

    Anzi, no…voglio farti benevolmente sognare…eccotene uno scorcio, sulla più bella piazza del mondo, quella per cui Belli cantava (cito a memoria)

    Se po? frega? Piazza Navona mia
    e de San Pietro e de Piazza de Spagna!
    …chesta nun è ?na piazza, è ?na campagna
    …?n teatro…?na fiera…?n? allegria!

    (Solo per notizia…è la piazza che è rimasta sempre la stessa da quattrocento anni!)

    Veramente, dopo Belli ce ne vuole faccia tosta a scrivere qualcosa su Roma, ma tant?è, mi scuso in anticipo, ma è sempre bene dare qualche consiglio ad un amico

    P I A Z Z A N A V O N A

    Ma tu l’hai vista mai con gli spazzini
    Piazza Navona la mattina presto,
    d’estate, con il sole “ai tre scalini”
    e l’ombra che accarezza tutto il resto?

    Le tre fontane, dritte allineate,
    stanno ora quiete e più non fanno chiasso,
    chè l’acqua nelle vasche un po’ affossate
    dorme dopo la notte di fracasso,

    che ha visto insieme ricchi e mendicanti,
    giovani con chitarre e donne belle,
    pittori, artisti, maghi e cartomanti,
    soldati e venditori di crispelle.

    Ma appena albeggia torna la gran pace,
    perciò vèdila allor, tutta distesa,
    esiste sol per te e per te tace,
    siccome donna che vuol esser presa.

    Vacci a quell’ora, ma non far lo sciocco…
    vacci con un’amica intelligente,
    una che vuol vedere anche il barocco
    …ma gli occhi ha sol per te e non nota niente.

    (Sergio Sestolla)

    Caro Cassandro, questa volta credo di essere arrivato prima io nel certamen in cui siamo impegnati da tempo…Ammetti che ti ho leggermente fregato? Come si dice: ??na vorta tu, ?na vorta io!?, vero Vitty?

  26.   vitty Says:

    No,no, Colomba!! Venezia non si tocca, è sempre il numero uno……ci mancherebbe!!! Però, Roma è la numero due!! In questo momento il desiderio di tornarci è veramente grande.
    Semto che anche a te è piaciuta molto, chissà, se quando andrò, potremo incontrarci…..magari ci faremo una scarrozzata insieme!
    I miei si rifiutano di salire in carrozza….non ne hanno mai punta voglia! Io invece,la sostituirei alla macchina!!!
    Ciao carissima, un bacio!!!

    X Francy

    grazie del messaggio, se capiterò, non mancherò di fartelo sapere!!
    Un abbraccio, Vitty.

  27.   Colomba Platino Says:

    Ehi, Vitty, non tradirai Venezia con una qualunque Roma!…anche se debbo dirti che ci ho lasciato il cuore anch?io nei tre giorni di gita scolastica dell?anno scorso!
    Quello che mi ha colpito in particolare sono stati, oltre ad un sole sempiterno, gli spazi, gli slarghi, le piazze…Il Circo Massimo, Piazza Navona, Piazza del Popolo, I Fori, San Pietro…l?occhio che spaziava per ogni dove fino a che sbatteva nei ruderi, nelle fontane, negli obelischi…e gli alberi, articolo questo che a Venezia non esiste punto.
    Più sù scherzavo, come avrai ben capito, anche se è vero che non saprei cosa scegliere fra Venezia e Roma, e solo motivi affettivi possono farmi propendere o per questa o per quella città…proprio come dice alla fine la protagonista del film Vacanze Romane con quel diplomatico ?ogni città è bella nel suo genere!?.
    E allora Buon viaggio, prossimamente.

  28.   Francy Says:

    Roma ti aspetta!

  29.   vitty Says:

    William, belle e tenere le tue parole sulla mia gita romana….mi hai fatto sorridere nel sentirti parlare romano..e per bocca di un cavallo, come l’hai chiamato?? “ciucco”??
    Non sono assolutamente brava con i dialetti, però mi incantano. E da come hai descritto i luoghi, Hai capito perfettamente il giro che abbiamo fatto.
    Effettivamente , col senno di poi, i denari spesi non erano eccessivi, solo, quando sei a digiuno di certe cose, tutto ti meraviglia….chissà oggi a quale cifra saranno arrivati!!! Comunque, qualunque cifra, ne varrà sicuramente la pena.
    Roma è unica, e quello che ti regala una passeggiata lungo le sue strade, non si può quantificare, ingabbiare, in aride cifre!!!
    Ciao carissimo, a quando un tuo post, sullo Zione???

    X ombra

    addirittura un invito!!! Grazie sei davvero gentile, molto gentile! Solo che la prossima volta che andrò a Roma, sarà con la mia famiglia, ormai la promessa è stata fatta e farò in modo che venga mantenuta.
    Grazie ancora. Ciao, da vitty.

  30.   william Says:

    Per Vitty .. Vacanze Romane.. Se duecentomilalire son troppe per un’ora di ……tà ??!!??

    ….e il cavallo della “carrozzella” che Vi portò a spasso nella passeggiata romana con il venticello in faccia nel tiepido pomeriggio primaverile tra Via Giulia e il Pantheon, guardandoVi salire sul pullman che vi avrebbe riportato a casa pensò: “Ammazza,ciucco mio, nu’n vedi i tempi moderni ?? chissà quanto fieno ce d’à a stò collega il suo padrone per portà a spasso sti turisti.William

  31.   ombra Says:

    sai Vitty, mio figlio Luca sta vivendo a Roma, tutto questo mese resterà solo perchè il coinquilino deve seguire la sua insegnante di canto a Torino…..se vuoi approfittare…io non ho mai visto Roma, Luca mi racconta di monumenti enormi e bellissimi…Chissà, un giorno potremo andarci insieme, ti va?
    Parecchi anni fa, il Papa è venuto ad Iglesias, lo hanno fatto vedere in tv mentre scendeva nel Pozzo Sella, ricordi?
    Io attraversavo un periodo di scetticismo riguardo la religione…di anticonformismo ….ricordo però qualcosa che ancora oggi mi torna alla mente, il Papa passava con la sua Papamobile, tutta la gente lo acclamava, tutti lungo il marciapede….solo io camminavo andando in senso opposto, ebbene lui si girò verso me e mi guardò, non era rattristato da quel mio atteggiamento, quasi mi parve che sorrise……chissà perchè,ancora quello sguardo è in me…ora credo di aver ritrovato la strada…sento che Dio è buono e me lo ha dimostrato, perchè quando con mio marito abbiamo chiest qualcosa, Lui ci ha dato molto di più. Spero di non perdermi più. Ti abbraccio, un salutone a Cassandro e Sergio…e a tutti quelli che passano di qua

Lascia un commento

Codice di sicurezza: