Quando ho letto la notizia, ho pensato ad uno scherzo di cattivissimo gusto. Ma continuando nella lettura ho capito che era tutto rigorosamente vero. Mamma mia, mi sono detta, ma questi non hanno rispetto per nessuno!!!

Dopo aver proposto  di trasformare le ceneri del coniuge in un diamante con lo slogan “Questa volta tuo marito non potrà dirti no”. Ed anche “Vi aiutiamo a farlo a pezzi”, in riferimento alla possibilità di pagare il funerale in comode rate da 99£ ciascuna….

Ci mancava solo un Week end con il morto! 

Avete capito bene!!!

L’agenzia funebre  ‘San  Marco’ di  Roma, aperta poco meno di un anno fa, ha ideato questa campagna pubblicitaria  per….vivacizzare il movimento degli affari. In pratica viene offerto un fine settimana in Italia o all’estero per due persone a chi sceglie i suoi servizi per un funerale.  Per dimostrare la loro “sensibilità d’animo” hanno tenuto a sottolineare che ” Chi è troppo affranto può passare il viaggio ad un amico”

A disposizione dei clienti vengono messi dei voucher per due notti in località di villeggiatura in Italia e anche all’estero, al mare in Croazia.

La promozione è partita il primo giugno e sembra proprio che stia funzionando anche se non sono poche le richieste di chiarimenti. Molti di quelli che vogliono informazioni confessano di aver pensato inizialmente a uno scherzo anche perché il logo della pubblicità «Week end con il morto» richiama il titolo di un film che fu un cult  alla fine degli anni ’80.

L’Agenzia tiene a precisare che quella del viaggio è un’offerta che non comporta costi aggiuntivi e ovviamente a totale discrezione del cliente. “Insomma noi offriamo il viaggio e non è che si deve partire subito -spiegano . C’è il tempo per sfruttare l’offerta fino al gennaio 2016 e se uno non ha voglia di partire perché è troppo affranto può passare il viaggio ad un amico»

Pur non essendo  un’attività che può risentire della crisi… questi sono tutti slogan per incentivare le vendite, per sbaragliare la concorrenza. E i denari ,signori miei, dimostrano che si possono calpestare anche i sentimenti più riservati, più tristi. Quelli che meritano più rispetto, pur di guadagnare!

 

Ma non è finita qua! Perchè, amici miei, al peggio non c’è mai fine!

Il marchio francese “Etat Libre d’Orange”  dopo varie ricerche, è riuscita a riprodurre l’esatto odore che aveva la persona cara ormai deceduta. Sempre secondo il loro pensiero, dato che non è possibile imbalsamare i cari deceduti per tenerli in casa, hanno creato qualcosa che li farà sentire ancora vicini. Un profumo che ha l’odore di quando erano ancora vivi.

Questo aroma si ottiene  utilizzando i suoi vestiti attraverso un processo di distillazione durato quattro giorni.

Questo profumo si chiama ” Olfactory Links” e costa quasi 800 dollari il flacone.
Che dire…anche stavolta la realtà ha superato la fantasia??
basitamente vostra, Vitty.

 

 

 

 



9 Commenti to “quando la realtà supera la fantasia….”

  1.   vitty Says:

    Alex sono davvero contenta che ti sia fermato. Non è mica cosa di tutti i giorni conoscere una mente così eclettica!!!! Ti faccio i complimenti per la capacità di vendere le tue idee incredibilmente “audaci”e disinvolte in un campo dove ci sarebbe poco o niente da inventare…

    Evidentemente la forza del marketing non conosce ostacoli.

    Credo bene che la notizia abbia fatto quasi il giro del mondo ( 13 paesi sparsi nel mondo ne hanno parlato ) perchè si rimane increduli davanti,permettimelo, a tanta sfrontatezza. Quindi non ti avrà offeso la mia incredulità. Ci sarai sicuramente abituato, almeno finchè le persone non si saranno un poco assuefatte a questo tipo di messaggio.

    Francamente non riesco a capire come una persona affranta dal dolore per la perdita di una persona cara, possa accettare di andare a farsi una fine settimana gratis ,proprio grazie a quella perdita, quel funerale. Mi devi scusare ma è troppo lontano dal mio modo di essere.

    Comunque se un domani uno sconosciuto zio d’America, mi lasciasse una cospicua eredità ( assolutamente inattesa ), accetterei di buon grado il weekend, anzi, me lo farei doppio!!!!! ;)

    Dato che questo è un blog abbastanza seguito, ti garantirebbe molta pubblicità gratuita , sarebbe una bella cosa se una volta messa a punto la nuova campagna ( cosa vuoi dire “cambiando genere” che non ti occuperai più di imprese funebri? ) tu passassi a illustrarcela . Mi farebbe piacere e saresti senz’altro il benvenuto :)

    Ciao dunque, alla prossima…col morto o senza!!!!!!

  2.   vitty Says:

    Oh Sergio!!!!! Suvvia, non farti impressionare, hai sentito? Pare che questa pubblicità stia avendo un buon successo. Quello che conta è che a nessuno venga in mente di “accoppare” …che so…un “fedele amico” giusto per usufruire della vacanza premio ;)

    Dài che scherzo…rilassati e smetti di toccare ferro.

    Perchè Cassandro dovrebbe essere “avvisato?” Lui, lo sai, su questo tema non prova nessun timore, lo esorcizza con poesie che andrebbero quasi bene con questo tipo di marketing ….( Cassandro, nella vita tutto è possibile…potresti sempre avere un futuro di successo in questo campo ( non “santo” ma pubblicitario!!! ) Fammi sapere cosa ne pensi, se troverai il tempo fra una nuotata e una passeggiata sulla spiaggia ;)

    Vedi come ha fatto Sergio, nonostante sia in vacanza ha trovato il tempo per farci conoscere il suo pensiero e la sua immensa ammirazione per il mondo femminile. Su questo carissimo non avevamo dubbi. Ora però conosciamo qual è il tuo profumo preferito. “Profumo di donna” potremmo chiamarlo, parafrasando il bellissimo film con Al Pacino , il quale pur essendo cieco, si accorgeva della presenza di una donna, grazie al suo profumo.

    Il tuo preferito è all’aroma di giovinezza… Come non capirti!

    “Non lo riavrai più questo profumo,
    soltanto a diciott’anni lo si ha . . .
    per sempre poi scompare, e presumo
    che nè Chanel o Krizia lo fa:

    finchè ne hai gratis il consumo
    usalo, chè accresce tua beltà.”

    Ma a questa “Madonna”, camerierina all’Osteria del Coro, hai mai confessato di essere un suo ammiratore?

    Forse ho scoperto una cosa di te, una cosa che mi fa una grande tenerezza… forse la tua timidezza?????

    Ciao carissimo, fai buoni bagni e goditi la spiaggia con i suoi mille profumi di donne e madonne….con l’augurio che chiedano anche a te il tuo profumo!!!!

    https://www.youtube.com/watch?v=nmzmLc7dTNs

  3.   SERGIO SESTOLLA Says:

    Cassandro è avvisato … per quanto mi riguarda tocco ferro!

  4.   Alex Says:

    Ciao vitty, sono uno dei due ideatori di tutte le campagne funebri che hai citato qui. Volevo aggiornarti che ne hanno parlato in 13 paesi nel mondo di questa ultima campagna e sta funzionando. Così come le altre che hanno portato Taffo in vetta al settore in cui lavora. Il marketing è una cosa, il servizio un’altra, tutte queste agenzie svolgono i funerali con il massimo tatto, hanno solo dimostrato di essere più scaltri commercialmente e di avere ottimi gusti in fatto di agenzie pubblicitarie. Sono convinto che ci risentiremo presto, stiamo cambiando genere ma non stile e presto si parlerà di nuovo di una nostra campagna. Ciao

  5.   SERGIO SESTOLLA Says:

    Per fortuna io non sono come il “futuro brillante diamante” Cassandro, che parla sempre di persone che per raggiunti limiti di età debbono andare via dopo una vita . . . “inutile”.
    E qui ci vuole una premessa su questa sua intuizione (sic) “vita inutile”, che qualcuno può considerare profondità di pensiero. Ma quando mai!!!!! . . . Cassandro altro non fa che scopiazzare, come faceva pure negli anni di liceo, ora Carducci (“Tu dell’inutil vita estremo unico fior”) o ora Shakespeare (La vita non è che un’ombra che cammina, un povero commediante che si pavoneggia e si agita, sulla scena del mondo, per la sua ora, e poi non se ne parla più; una favola raccontata da un idiota, piena di rumore e di furore, che non significa nulla).
    Ovviamente parla della vita degli altri perché la sua di certo sarà a ben pensarci “molto molto utile” un dì per i suoi parenti e amici (me escluso che sono “fedele” ma fino ad un certo punto), i quali aggratis, dopo le incombenze del caso, potranno effettuare “bei viaggi in località di villeggiatura in Italia e anche all’estero, al mare in Croazia”.

    No, io Vitty, sono per la gioventù, per cui se penso ad un profumo da eternare volgo il mio pensiero verso il profumo di una diciottenne (come mi è successo qualche tempo fa), quello cioè che le ragazze vispe e allegre hanno quando senza sforzo posseggono la c.d. “bellezza dell’asino”, (e che mi appresto di tornare a respirare in questa spiaggia dove da qualche giorno ho iniziato le mie ferie).

    L A S U D O R E L L A

    Somigli a Madonna . . . fossi un clone?
    . . . Ma,noooo! . . . ma cosa hai capito tu?
    Madonna, ho detto . . . quella . . . la Ciccone . . .
    no . . . “la Madonna”, madre di Gesù.

    E questa, sì . . . che è confusione.

    Chè ce ne corre fra le due Madonne,
    e quindi anche fra te e quella divina,
    questa porta la tunica, tu gonne
    . . . quasi inguinali, che quando stai china

    . . . uno ti guarda e fa la notte insonne
    . . . e se è solo, pure “agitatina”.

    Lo so che porti pure e volentieri
    anche le gonne “ai piedi”, ma sai farti
    anche in questo caso, e non da ieri,
    anzi forse di più . . . desiderarti,

    chè per destarli tutti i desideri
    davanti te la spacchi . . . per tre quarti!

    E chi ti guarda, torniamo a quello là,
    pensando a questa testa ricciutella,
    alla frangetta lunga che ti fa
    il viso, ci risiamo, a Madonnella,

    fermo un minuto a letto non ci sta,
    pensando all’odor tuo di . . . sudorella.

    Quello che le ragazze hanno spesso,
    non acre, ma rotondo, assai carnale,
    che pure il deodorante appena messo
    mica lo toglie . . . e quello sale, sale . . .

    finchè ti fa capire che c’è un nesso
    fra lui e la tua età . . . E questo vale!

    Non lo riavrai più questo profumo,
    soltanto a diciott’anni lo si ha . . .
    per sempre poi scompare, e presumo
    che nè Chanel o Krizia lo fa:

    finchè ne hai gratis il consumo
    usalo, chè accresce tua beltà.

    Se fossi il tuo Napoleone, sai?,
    “non ti lavare” – ti direi – “mai!”

    come soleva dire a Giuseppina
    il grande Corso . . . “arrivo domattina!”

    ( Osteria del Coro. Compilata
    mangiando penne all’arrabbiata,
    cecìna, e due foglie di insalata.

    ed ignorando totalmente che
    puoi conservare il tuo profumo se
    muori da vecchio . . . perciò per lei non è.

    “Madonna” chi sarebbe? . . . Indovina!
    La nuova, ovvio, camerierina ).

    (Sergio Sestolla)

  6.   vitty Says:

    Meno male, Cassandro, fra una valigia e uno zainetto, hai trovato il tempo per lasciarmi un commento!

    Guarda che non è colpa mia, se certa gente, che dovrebbe dimostrare sensibilità e comprensione d’animo, si mette a offrire weekend alle persone che si serviranno dei loro servigi per un funerale. Ti pare mi sarei fatta scappare una simile notizia? Io le cerco le notizie strane!!!!

    Potrebbe essere una barzelletta, e invece è la realtà.

    Io mai mi rivolgerei a un’impresa funebre così cinica!!!

    Ho conosciuto persone addette ai lavori e ti posso assicurare che nel momento del bisogno sanno davvero essere una mano santa. Ci vuole tatto, discrezione e rispetto, tanto rispetto! Sia per il caro estinto, sia per i familiari. Altro che offrire un viaggio premio!!!!

    Ma questa pubblicità,amico carissimo, ci servirà per sdrammatizzare l’argomento. Perciò tranquillo, nessuno scriverà cose troppo tristi :)

    Anche l’idea di creare un profumo con l’odore della persona estinta…. mi fa davvero senso… O non basterebbe tenere a portata di mano il suo profumo, o deodorante, o dopo barba ? ( nel caso fosse un uomo ) Invece di distillare un abito per quattro giorni!!!

    Questi signori per i denari venderebbero l’anima al diavolo!!! Non hanno capito che chi ama, non ha bisogno di questi orpelli per sentire vicina la persona amata. I ricordi restano nel cuore, dove nessuno nessuno può alterarli e mercificarli!!!

    Quanto è vera la poesia che hai scritto in merito al “Profumo ” di cui abbiamo appena parlato.

    Davvero è un’invenzione seccatura, figuriamoci se dopo una vita intera a cercare di dare il meglio di noi,dopo aver cresciuto i figli,e aver provato dargli il meglio, ci mancherebbe altro che quel che resta di noi fosse una bottiglietta di profumo….

    ” Non lo dimenticare inoltre che
    il tuo profumo può restare qua
    in eterno, in bottiglia, come se
    tu fossi rosa o fiore di lillà

    Pur questa seccatura ora ci sta!”

    Una seccatura sciocca, secondo me. Meglio, molto meglio lasciare come ricordo….

    ” Cogli l’occasione,
    l’ultima, di far che il lungo addio
    profumi di ciò ch’eri: “una illusione”.

    Una dolce Illusione, che rimanga nella mente e nel cuore. Perchè solo ricordando con amore si potrà dare l’immortalità alla persona amata.

    E ora Sergio mi perdonerà se confesso che ho riso di gusto con la tua sortita del profumo ” Sestolla n. 5 ”

    Cassandro è stato birbone , ma simpatico, vero Sergio???

    Per allontanare pensieri tristi, voglio salutarvi con questa canzone che a me da’ l’idea di un inno alla vita… siete pronti per cantarla tutti insieme????

    Ciao Cassandro, buone vacanze e…spero di leggerti ancora!!!!

    https://www.youtube.com/watch?v=5dh-FmMDtIY

  7.   vitty Says:

    Davvero Cristina, e il loro cinismo non ha eguali!!!

    Grazie per esserti fermata. Spero tornerai a trovarmi :)

  8.   CASSANDRO Says:

    Ma tutte tu le scovi le novità, Vitty!?

    Così mi provochi, e mi costringi a scrivere ancora su temi angoscianti (fra la preparazione di una valigia e uno zainetto per l’andata in ferie di domani).

    Spero che qualcuno mi perdoni, e se non lo fa . . . darò la colpa a te.

    Hai fatto bene ad informarci sulle nuove diavolerie a spese di chi non può più ribellarsi, per cui bisogna ora correre ai ripari in quanto, per l’eternità, che ci si è messo pure il . . . . . .

    P R O F U M O

    Làvati spesso, vecchio, più che puoi,
    chè porti su di te puzzo di morte,
    e fa’ che chi accosti i sensi suoi
    non abbia ad offendere: la sorte

    ti ha riservato pure questo ora
    che il libro tuo stai per rinserrare
    e poi buttare al macero. Odora
    almeno . . . Altro non puoi fare.

    Nel libro tuo non ci stan più fogli!
    Puoi scrivere, se sei fortunato,
    sui bordi, a pie’ di pagina, e se imbrogli

    anche nell’interlinea. Il dato
    ormai è solo uno, e già lo cogli
    nel tuo odore a te puranco ingrato.

    Non lo dimenticare inoltre che
    il tuo profumo può restare qua
    in eterno, in bottiglia, come se
    tu fossi rosa o fiore di lillà

    Pur questa seccatura ora ci sta!

    PI ESSE. Lascia stare il “tanto io . . .”
    Profùmati, non dare sensazione
    di fuoriuscita, e non dire “il mio

    tempo l’ho fatto!” . . . Cogli l’occasione,
    l’ultima, di far che il lungo addio
    profumi di ciò ch’eri: “una illusione”.

    Per me la scrivo, ovvio, la lezione!

    (Cassandro)

    Mi viene da ridere a pensare che qualcuno un dì possa profumarsi con “Sestolla n. 5”!

    Ah, Ah! . . .

    Ancora Buone vacanze a tutti! . . . Ciao ciao!

  9.   cristina gallicalli Says:

    Brrrr, che brutta gente! Speculare così sul dolore umano!

Lascia un commento

Codice di sicurezza: