Ecco, gli addobbi del Natale sono stati appena riposti nella grande scatola di cartone. La festa dell’Epifania sta’ volgendo al termine  e come è ben risaputo “  l’Epifania  tutte le feste porta via!  ” Perciò da domani..da lunedì, via, tutto tornerà alla normalità e potremo veramente iniziare il nuovo anno. Questi 365 giorni nuovi di zecca che dovremo riempire
come i bianchi fogli dell’agenda che non aspettano altro di raccontarci quello che ci accadrà giorno per giorno.
 Vado pazza per le agende! Lo sapete?  So che a molti non importerà un bel niente :)   Altri invece potranno capirmi perchè condivideranno con me questo amore . Di solito ne uso due! Una la tengo sempre in borsa.Non esco mai senza. L’altra, un poco più grande è sempre vicino a me, sulla scrivania, dove annoto, oltre agli impegni, i pensieri personali. Molti usano il telefonino per ricordare o farsi ricordare quello che devono fare.
Io preferisco alla grande ,scriverlo sul cartaceo. Metti che un giorno il telefono perda la memoria…addio anche ai numeri di telefono ! Invece così mi sento più tranquilla. Come se avessi tutti a portata di mano…pardòn, di orecchio!!
Ho parlato delle agende e ho un po’ scherzato perchè in realtà ho timore del futuro. Sia per le cose gravi che accadono nel mondo ( ma anche noi siamo il mondo… )sia per la cerchia più ristretta della famiglia.
 Non è stato un grande anno per noi….anzi. Specialmente l’ultima parte c’ha veramente messo a dura prova. Cosa c’aspetterà ancora? Sapremo essere all’altezza delle situazioni? Mah, solo vivendo giorno per giorno lo scoprirò.
Quello che mi rincuora è sapere che sarò ancora qua con Voi, sarà più semplice affrontare il futuro… In fondo come ci ricorda il bravo Lucio Dalla :
In bocca al lupo a tutti, buon 2017!!!!                                             
Speranzosamente vostra, Vitty.


6 Commenti to “Pronti ad iniziare il nuovo anno !”

  1.   vitty Says:

    Grazie carissimo Cassandro per le belle parole che c’hai regalato sul tema dell’Amore! Purtroppo le persone che comandano, hanno a cuore soltanto il potere e il denaro. In quanto all’Amore, forse hanno dimenticato che esiste. Loro arraffano, grazie alla carica che rivestono, i piaceri delle belle di turno. D’altronde lo disse Donal Trump senza troppi giri di parole. Chi ha denaro e potere può avere tutte le donne che vuole. Virgilio direbbe ” Horresco referens” ( inorridisco a raccontarlo ) Anche perchè si espresse in maniera molto volgare, una conferma alla pochezza della sua persona . E senza andare al di là dell’oceano , basterà ripensare alle ” cene eleganti ” di un politico nostrano ;)

    Ma veniamo carissimo alla bella ” Palla al Centro ” al modo di vedere, pensare a questo sentimento, da due punti diversi dai nostri ” Lui e Lei ” Lui più razionale,con una visione più maschile, e la voglia di non lasciarsi troppo andare….

    ” Non è in esclusiva il bello e il brutto,
    la fiamma, dentro fredda, fuori è fuoco,
    nessuno è solo allegro o solo a lutto.

    La palla al centro stia . . . anche nel gioco
    del cuore, chè l’amor non è poi tutto:
    mai darne troppo . . . e manco troppo poco!”

    Lei decisamente molto passionale, gli ricorda che l’Amore

    ” o c’è o non c’è . . . Se c’è non ha confini.”

    E qua come si fa a darle torto?

    “Col cuore, almeno io, non scendo a patti,

    l’amore o lo faccio o non lo faccio . . .
    Ma se sono in amore, come i gatti
    canto alla luna, mentre a lui soggiaccio”.

    E’ così bello lasciarsi andare quando si ama! E Tu, carissimo, attraverso Lei, hai saputo trovare la parole più tenere per raccontare la più dolce delle situazioni amorose. :) Grazie, grazie di cuore!!!!

    Ora non mi resta che aspettare per scoprire cosa inventerà questa Lei, per risollevare lo spirito del suo Lui, nel post di Mary. Sono certa che anche Mary sarà curosa come me. Forse in questo momento è impegnata e non ha potuto confermare la mia richiesta.

    Domani andrò a sollecitarla di persona ;)

    Ciao , ciao a tutti!!!!

  2.   CASSANDRO Says:

    Purtroppo, Vitty, il vero rimedio per risolvere tutti i mali, l’Amore per l’Amore, (ed io lo predico da un’eternità!) nessuno sembra conoscerlo (ahitutti!), in quanto questo non è più, come nei bei tempi andati — pieni di tabù, ma pure di bellissime risorse – al centro degli interessi della maggior parte della gente, specie di quelli che comandano e non sanno che c’è Qualcosa (lettera maiuscola) che è meglio del comandare.

    Che possa essere perciò riportata la . . . . . . .

    P A L L A A L C E N T R O ( Lui e Lei )

    ( Lui )
    — “Tanti sono gli estremi ed i contrasti!
    Chi non ha denti, esempio, ci ha i biscotti.
    A chi le ‘occasioni’? . . . solo ai casti.
    Non son le luci a far belle le notti?

    Rock Hudson, che donne ne ha incantato,
    l’eterno femminino non coglieva,
    e Socrate, il saggio, era svagato
    e Venere un po’ storti gli occhi aveva.

    Non è in esclusiva il bello e il brutto,
    la fiamma, dentro fredda, fuori è fuoco,
    nessuno è solo allegro o solo a lutto.

    La palla al centro stia . . . anche nel gioco
    del cuore, chè l’amor non è poi tutto:
    mai darne troppo . . . e manco troppo poco!”

    ° ° °

    ( Lei )
    — “Quello che dici, beh!, forse mi va,
    ma solo in parte . . . Eh!, già l’indovini . . .
    L’amore non è mai, caro, a metà,
    o c’è o non c’è . . . Se c’è non ha confini.

    O dentro o fuori . . . O tutto oppure niente,
    e non perchè si toccano gli estremi:
    ciò càpita alla fine, ovviamente,
    quando sei barca a secco e senza remi.

    Solo se caldo il ferro tu lo batti,
    e nulla puoi se è freddo come il ghiaccio.
    Col cuore, almeno io, non scendo a patti,

    l’amore o lo faccio o non lo faccio . . .
    Ma se sono in amore, come i gatti
    canto alla luna, mentre a lui soggiaccio”.

    (Cassandro)

  3.   vitty Says:

    Sergio, ma così mi spaventi!!! Tornare Renzi? Dopo il risultato del referendum? O non aveva detto che si sarebbe ritirato dalla politica se l’avesse perso! Ma già, dobbiamo ricordarci che lo chiamano ” il bomba ” quindi..anche a quel proclama non dobbiamo crederci.

    Allora starà a noi mettersi di mezzo per impedirgli di rovinarci definitivamente. Lo ri-aspetteremo al varco nelle cabine elettorali ;)

    Mi dispiace che tu sia deluso dalla sindaca Raggi e i grillini.

    In effetti ci speravamo tutti. Peccato che dopo tante parole, non segue il buon saper fare. Anche nella nostra città un grillino sta’ combinando malanni.

    Il guaio è caro Sergio, che la politica è diventata pericolosa come le infide sabbie mobili. Chi mette i piedi là dentro assorbe tutto il marciume e si comporta di conseguenza. Come può resistere un vero onesto in un simile mondo? Ma lo fanno fuori subito!

    Quindi…non so immaginare chi ci salverà dalla corruzione e degrado.

    Dici bene Tu, solo l’Amore può fare il miracolo. L’Amore verso il proprio Paese, l’Amore per la difesa dei diritti dei cittadini, l’Amore per la Giustizia, quella con la A maiuscola quella dove veramente vige la regola ” La Legge è uguale per tutti ” .

    Ed infine l’Amore per l’Amore…

    ““basia” in continuazione,

    unica al mondo consolazione.

    Regalo degli Dei a coloro
    che “Amore” antepongono a “Oro”.

    Ah, Sergio, che bel mondo sarebbe quello!!!

    Ma non smettiamo di sperare . Ascoltiamo il messaggio dei poeti:

    Il Carducci ebbe a scrivere ne ” Il canto dell’Amore ” :

    ” Noi troppo odiammo e soffriamo. Il mondo è bello e santo è l’avvenir ”

    E il sommo Poeta concluse il canto del Paradiso con queste parole :

    “L’Amore che muove il Sole e l’altre Stelle ”

    Anche nella nostra religione c’è un’esortazione ad amare , ce la dice Gesù :

    ” Un nuovo comandamento io vi do: Che vi amiate gli uni con gli altri, come Io vi ho amato”.

    Parole semplici, che aiuterebbero a risolvere ogni problema. A superare ogni conflitto.

    Speriamo che papa Francesco riesca a togliere la polvere dal cuore a tutti noi e ci indichi la giusta strada. Per ora mi sembra l’unico che possa riuscire in questa impresa!

    Ciao carissimo, grazie infinite per le belle riflessioni che ci aiuti a fare :)

  4.   SERGIO SESTOLLA Says:

    Grazie, Vitty, per i saluti inviatimi tramite Cassandro (che però non me li ha affatto portati, e se non avessi aperto il tuo blog . . . e quando li ricevevo?!)

    Ti vedo molto accorata per questa perdita di identità della nostra sinistra (coraggio comunque: sta tornando Renzi!!!), dalla quale sono stato tanto deluso al punto che alle elezioni per il sindaco di Roma ho votato Raggi, per quell’alone di pulizia che il M5S sbandiera a destra e a manca.

    Beh, dopo quello che è successo (e sta succedendo) sono pentito, e di certo non lo voterò più, specie per le idee che professa in campo europeistico)

    Ed anche per la scelta dei loro compagni di lavoro, per l’alone di corruzione che spira intorno ad alcuni di questi.

    E’ questa la vera peste che avvelena la politica dei Berlinguer, Ingrao e Iotti (cui tu giustamente accenni), e contro detto bubbone allora scriviamo qualcosa (con qualche nota esplicativa, tanto per dare più corposità a questo blog, e rinfrescare a noi la memoria), cercandone possibile guarigione, specialmente in ciò che saggiamente suggeriscono i classici.

    CORRUZIONE E AMORE

    Mi sfottono perché Raggi ho votato,
    che ora sta nell’occhio del ciclone,
    perché un suo fedelissimo è stato
    . . . ma guarda tu . . . buttato in prigione.

    Quale il motivo? . . . Ovvio: “corruzione” ( 1 )

    Ehi, Calma! Calma! . . . Calma! . . . Un momento ! . . .
    “Non chiude per un monaco un convento!”

    Solo che i monaci sono oggi tanti
    ed i Guglielmi pochi: se avanti

    si va così . . . brucerà ogni cosa,
    siccome ne “Il nome della rosa”. ( 2 )

    Sì, peggio che dormire in sottoscala
    “Corruzione” a noi dà “Vita mala”.

    Che può leggersi pure “Malavita”,
    che non ha capito , ehm, che la gita

    su questa terra è breve, un lampo, un guizzo,
    per cui meglio fregarsene del “pizzo”,

    di ricca “bustarella” o di “tangente”,
    perchè si finirà sempre nel “niente”,

    appena corta “lux” sarà
    spenta, e buio eterno arriverà.

    Un calcio in culo quindi a “corruzione”
    e “basia” in continuazione,

    unica al mondo consolazione. ( 3 )

    Regalo degli Dei a coloro
    che “Amore” antepongono a “Oro”.

    (Sergio Sestolla)

    ( 1 ) Terremoto in Campidoglio: Raffaele Marra, tra i più stretti collaboratori del sindaco Virginia Raggi e capo del personale in Comune, è stato arrestato per corruzione insieme al costruttore e immobiliarista Sergio Scarpellini. L’arresto è stato eseguito dai carabinieri del nucleo di via In Selci. Perquisizioni sono in corso in Campidoglio dove i militari stanno setacciando la stanza di Marra. Sul posto anche il pm della Procura di Roma Barbara Zuin.

    (http://www.ilmessaggero.it/roma/
    campidoglio/marra_arrestato_corruzione_roma-2144451.html)

    ( 2 ) Il nome della rosa – Riassunto Umberto Eco

    Il bene¬dettino Adso da Melk ormai vecchio racconta le vicen¬de di cui fu testimone nel novembre del 1327 in un gran¬de monastero benedettino del Nord Italia dove giunse come segretario del dotto francescano Guglielmo da Baskerville, incaricato di una delicata missione diplomati¬ca. Dopo il loro arrivo, l’abbazia viene sconvolta da una serie di morti inspiegabili: prima il miniaturista Adel¬mo, poi il monaco Venanzio, quindi l’aiuto biblioteca¬rio Berengario, il monaco erborista e il bibliotecario Malachia. Durante i sette giorni di permanenza all’abbazia Gugliemo conduce le ricerche attraverso colloqui, in¬terrogatori e osservando il comportamento dei frati. Ben presto comprende che i delitti muovono dalla bibliote¬ca, la più grande della cristianità, costruita come un la¬birinto il cui accesso è noto solo al bibliotecario. Nella biblioteca esiste poi una sezione finis Afrìcae a tutti inac¬cessibile. Guglielmo e Adso riescono a penetrarvi e sciolgono il mistero. Gli omicidi sono opera dell’ex bi¬bliotecario cieco Jorge da Burgos che ha voluto impe¬dire la lettura di un libro secondo lui pericolosissimo: il secondo libro della Poetica di Aristotele dedicato al¬la commedia e al riso e ritenuto perduto. Jorge convin¬to che il libro potesse danneggiare la cristianità ne ha avvelenato le pagine e i frati che hanno tentato di leg¬gerlo sono morti. Scoperto, Jorge preferisce morire: di¬vora il libro avvelenato e da fuoco alla biblioteca.
    (http://www.wuz.it/riassunto-libri
    /4756/Riassunto-nome-della-rosa.html)

    ( 3 ) Dammi mille baci

    C. Valerio Catullo, Carme V – La versione originale in latino: Vivamus, mea Lesbia, atque amemus / rumoresque senum severiorum / omnes unius aestimemus assis. / Soles occidere et redire possunt: / nobis, cum semel occidit brevis lux, / nox est perpetua una dormienda. / Da mi basia mille, deinde centum, / dein mille altera, dein secunda centum, / deinde usque altera mille, deinde centum. / Dein, cum milia multa fecerimus, / conturbabimus illa ne sciamus, / aut nequis malus invidere possit, / cum tantum sciat esse basiorum.

  5.   vitty Says:

    Carissimo Cassandro, eccoci qua nel nuovo anno ad argomentare su quello che è rimasto del PD. Mi sembra di essere in un luogo devastato, diroccato. Vedo cumoli di macerie e tanto fumo…

    Sai mi hai dato una grande emozione quando ho letto il nome di Berlinguer e Ingrao. Io ci aggiungerei anche Nilde Iotti. Sono stati dei pilastri meravigliosi ,in cui noi di sinistra, ma quella Sinistra vera sempre dalla parte dei tanti e non dei pochi. Si riconosceva e si sentiva protetta, capita.

    Oggi, pur essendo stati noi attenti e presenti ad ogni elezione, siamo finiti chissà come ( i cambiamenti purtroppo iniziano sempre piano piano….) imbastarditi dai fuoriusciti dalla DC. Piano piano tutto è cambiato! I nostri valori, non sono più quelli di un tempo. Persino i rapporti con gli operai sono cambiati. Oggi le uniche riforme, mascherate da opportunità di lavoro per i giovani… sono in realtà tutte a favore di quelli che sfruttano i lavoratori e i poteri forti…

    Come abbiamo potuto rinnegare i valori della nostra Sinistra? Come abbiamo potuto consegnarla ad uno come Renzi che è lontano anni luce da quello che eravamo?

    Ormai mi sento senza partito. Non mi riconosco in questo PD, nella politica che hanno portato avanti con infinita arroganza.

    Vedi cosa riesci a fare con i tuoi versi, Riesci a farmi vedere la realtà così com’è, nuda e cruda.

    Forse l’unico modo di salvare il futuro, è una buona istruzione che riesca ad illuminare le menti dei più giovani, di quelli che un giorno dovtranno rimettere in sesto questo povero paese dilaniato da politici predatori….

    "Non più gran spocchia e giacche sbottonate,
    sguardi dall’alto in basso, e pezzente
    considerare tutta quella gente
    che il cul si rompe senza aver poi niente.

    Per quanto possa esser mosso il mare
    la riva si riesce a guadagnare
    se non ci stancheremo di nuotare:
    cioè, oltre noi stessi gli altri amare!

    (Cosa facile a dirsi e no a fare)"

    Ecco è questo il vero nervo scoperto. Noi non ci sentiamo amati ma spremuti. I politici non ci amano…sfruttano la nostra ingenuità, la nostra voglia di credere in qualcuno per poterci raggirare al meglio.

    Però in mezzo a tutta questa melma, prima o poi uscirà qualcuno che si distingue per dimostrarci che è ancora possibile credere in qualcosa, in qualcuno… e allora…allora tutto potrà cambiare aspetto!

    Grazie per questo spiraglio di luce che hai fatto intravedere! E grazie per gli "Auguri di cuore " per i " rimedi interni ". Sono certa che saranno un vero toccasana!!! :) Ciao amico carissimo e saluta Sergio ;) Ciao!!!!

  6.   CASSANDRO Says:

    Pronti ad iniziare il nuovo anno ? Okkei, ma attenzione: i rimedi non sono facili (almeno quelli esterni
    (per quelli interni “Auguri di cuore” per la loro risoluzione).

    IL CENTRODESTRA C ’ È
    E IN LONTANZA LA DESTRA

    Diciamo quello che vogliamo ma
    il Centrodestra c’è. Punto e a capo.
    Dire di no, oppure “Questo qua
    dipende dal carisma che ha il Papo”,

    – o ‘Papi’, come un dì le bimbe — o
    “Perché la Lega parla con affondo
    contro Roma ladrona a chi non può
    più sopportare furti a tutto tondo

    e corruzione in vista, a tutto spiano,
    mentre sta a “Cacao Meravigliao”
    questa sinistra, ahimè, dove invano
    son transitati Berlinguer e Ingrao.

    E giunti qui non ci rimane, ahimè,
    che sperare in Dio: più di così
    non potevamo fare . . . salvo che
    di testa fuor si esce ed un bel dì . . . . . . . .

    Ma il “salvo che” non è fatto per noi
    che amiamo assai democrazia. “A poi . . .!”

    A quando si sarà riusciti a
    sollecitare solidarietà,
    benevolenza verso chi non ha
    senza sua colpa, e la capacità

    di ben capire che legato sta
    progresso alla cultura e quindi va
    la scuola migliorata. Tutto qua.
    Per me è questa la priorità,

    che alla lunga ci ripagherà,
    fuori da spazzatura ci trarrà.
    Perciò non resta quindi che non abbassare
    la guardia, la testa non chinare,

    alla “prima osteria” non fermare,
    e per i figli nostri ‘oltre’ guardare
    puranco per non farci un dì sputare
    in faccia . . . ‘Zaino in spalla!’ . . . A lavorare,

    nonché il buon esempio, ovvio, dare,
    senza bloccarci ora a chiacchierare,
    ma fare . . . studiare . . . migliorare
    per non fare la “destra” arrivare,

    da giustizia sommaria accompagnata.
    Pertanto, opporsi a che non sia evirata
    Magistratura, in quanto se vietata
    sarà i n t e r c e t t a z i o n e (odiata

    da politici ladri e corruttori)
    l’Italia sarà messa presto fuori
    dal mondo che ancor crede ai Valori,
    che ragionare vuol senza furori.

    Creare una classe dirigente
    che diriga però sapientemente,
    e che non voglia spudoratamente
    sol comandare, e cuocerci “al dente”!

    Non più gran spocchia e giacche sbottonate,
    sguardi dall’alto in basso, e pezzente
    considerare tutta quella gente
    che il cul si rompe senza aver poi niente.

    Per quanto possa esser mosso il mare
    la riva si riesce a guadagnare
    se non ci stancheremo di nuotare:
    cioè, oltre noi stessi gli altri amare!

    (Cosa facile a dirsi e no a fare)

    (Cassandro)

Lascia un commento

Codice di sicurezza: