Articolo taggato “leda”


Il giorno è spuntato da poco sulla Leda, i passeggeri , sereni come non mai, affrontano di buon grado la nuova giornata.

Dopo colazione piccoli gruppi si incontrano, si salutano amabilmente.  Ci sono molte facce note….

C’è Mio Capitano, salito a bordo accompagnato da un’amica un po’ misteriosa,il suo nome è Emma, e non si sa perchè… non si stacca mai dal suo cellulare….parlano fitto fitto, anche se ogni tanto vengono interrotti dal richiamo di qualche signora, desiderosa di farsi notare…

“Mio Capitano,MIo Capitano!”  risuona il richiamo da poppa a prua, facendo uscire a rotta di collo gli ufficiali di servizio nella plancia di comando .

“Presente,presente,presente”  rispondono uno dietro l’altro quei baldi capitani, con fragore di tacchi per gli impeccabili saluti di attenti che molto militarmente eseguono.

Macchè “presente e presente!” qui ci sono solo delle assenze!”

Esclama infuriato il comandante Libero di  Volarequesta volta giustamente ,Libero di richiamare…..facendo rientrare così ai loro posti di comando questi solerti giovani.

Le signore sorridono compiaciute da tale spettacolo, consapevoli che accadrà più volte nel corso della giornata…. fra loro c’è Elle, che coccola amorevolemte la sua gatta Attila.

Da quando ha mostrato segni di una inaspettata indipendenza, ha deciso di non perderla più d’occhio, benchè l’astuta miciona, non perda occasione di infrattarsi in qualche lato remoto della nave.

Al grido : “Inizia La caccia alla gatta”, tutti i passeggeri sono praticamente coinvolti in questa allegra ricerca.  Di solito tale caccia si risolve positivamente entro breve tempo grazie a  Lorenzo,  che come San Francesco,  ha un carisma particolare con gli animali…Si pensava funzionasse solo con i cani, ma il suo richiamo ” Ajo!” che presto brevetterà, ha risultati eccezionali anche con i gatti.

Il guaio è che si è talmente affezionato a tale richiamo da usarlo disinvoltamente al posto del classico “ciao”, col risultato di non rientrare mai solo a casa….nella sua auto sul sedile posteriore qualche amico a quattro zampe trova sempre un rifugio sicuro!!!!

C’è anche Alice, che da quando ha accennato agli effetti mirabolanti della sua crema antirughe, si è imbarcata con uno specchio , giusto per controllare ogni tanto che tutto proceda per il meglio.  Manco a dirlo uno stuolo di ragazze, signore vuol provare quella crema “miracolosa….“lei gentilmente la mostra volentieri, consapevole del fatto che non funzionerà con nessuna di loro, perchè gli ingredienti che compongono quell’impasto particolare sono:  ( ce l’ha confidato in via del tutto confidenziale, perciò, mi raccomando….tenete il segreto!!!!)

” un bel pizzico di baci della sua bimba le briciole delle torte domenicali, occhi di marito innamorato una dose di serenità una manciata di ironia” il tutto amalgamato dalla santa pazienza e…voilà,il miracolo è servito!!!!

Ma come avrete capito….funziona solo per lei!!!

Affacciati al parapetto, incantati dal movimento del mare, Antonia e il signor Ciapessoni  non fanno altro che confrontare le bellezze del loro Lario, con questa distesa di acqua….senza neppure una montagna vicina! vabbè…si sono concessi una piccola vacanza, tornare nella loro terrazza sarà ancora più bello!

 Ariela si dà molto daffare, si è improvvisata animatrice, ha escogitato un gioco suggeritole da suo marito :  indovinare oggetti misteriosi. Ogni giorno ne porta uno ,così, fra domande curiose e risposte …lapalissiane, indirizza i gentili concorrenti verso la giusta soluzione. Inutile dire il grande successo che riscuote!!!!

E che dire del successo di Sergio S.?!

Da quando sono state fatte affermazioni sulla sua “santa” pazienza con noi donne, e data la sua Grande esperienza in questo campo…..è preso quasi d’assalto da signore e signorine, adulte e giovanissime…tutte impazienti di sapere come e quali misure andranno di moda questa estate.

E’ un gran cicaleccio su mille richieste.

Lui consiglia e si concede con benevolenza,  spiega che i seni femminili, quest’anno per carità, non dovranno subire pompaggi di silicone, rischiando di confondersi con le paperelle a mò di salvagente dei bambini.  No!!! ma dovranno altresì assomigliare quanto più possibile a quei seni virginali neoclassici dei marmi del Canova, misurate a sospiri e contenute nell’ideale coppa di una carezza.

Le signore apprezzano tanta poesia, e “clappetettando” di qua e di là,si allontanano sospirando.

 Mary,è salita a bordo con la sua bella “scatola dei ricordi”.

Per niente al mondo avrebbe potuto separsene.  Stà attraversando un momento delicato, al momento dell’imbarco stava cercando di scrutare meglio dentro se stessa,  piano piano grazie al filo che unisce il Passato al Presente,comincia a intravedere gli splendidi colori a mò di arcobaleno, che l’attendono nel futuro.

 Cassandro…eh,Cassandro è qui con me!

Non ha mai mancato di accompagnarmi in questi fantastici viaggi.  Anche se si presentò tutto serioso con l’aspetto di chi non concede troppa confidenza .  Non a caso ha sempre un libro per le mani, pronto ad essere aperto per far capire a qualche noioso importuno, che è molto occupato.

Per fortuna sulla Leda non si corrono questi pericoli, siamo tutti in sintonia ed è un gran piacere incontrarsi di volta in volta.

Ebbene , siamo occupati in una interessante conversazione, anche se non si sa perchè siamo entrati in un circolo vizioso dal quale non so come usciremo….tutto è iniziato da una sua frase inserita nel commento del post sottostante.

“(non scordiamo che Faust si salva grazie all’ “eterno femminino”!)

… ma questo mi sembra di averlo già detto: beh, repetita iuvant…

” Repetita iuvant infatti, visto che in punti diversi l’ha ripetuto ben tre volte….mi chiedo,( gli ho chiesto) c’era forse una qualche ironia in quell’affermazione? -Quale?- Mi ha chiesto distrattamente.

Repetita iuvant -ho risposto e lui -repetita iuvant!

Repetita iuvant-ho insistito REPETITA IUVANT- ha risposto con enfasi…

così da un pezzo andiamo avanti ….alla mia richiesta di “repetita iuvant”  risponde giustamente “repetita iuvant”….e come dovrebbe rispondere uno che è invitato a ripetere…così, fra un repetita iuvant di qua, un repetita iuvant di là ci stiamo sfinendo a …ripetizione!

Giovanni si è al suo primo viaggio sulla Leda, tutto in lui esprime chiaramente i caratteri che contraddistinguono i lediani. Per prima cosa nonstante le asperità della Vita non ha perso il gusto di sognare.

Dote particolarmente indispensabile per salire qua sopra),il suo sguardo non perde di vista la nostra bandiera ,issata sul pennone più alto, della Speranza.  Scruta con attenzione l’orizzonte e insieme al nostro comandante Artur, al quale tutti vogliamo un gran bene e ci fidiamo ciecamente delle sua manovre, studia rotte sicure.

Siamo sempre nell’Oceano della Tranquillità, lontani dai mari Turbolenti ,indirizzati verso i meravigliosi atolli della Pace.  Non sarà facile raggiungerli….ma finchè saremo in viaggio e non getteremo le ancore nella baia dello Sconforto, abbiamo buone possibilità di raggiungerle…prima o poi!

Avrete capito che oggi è una giornata particolare per me,mi piace pensare di trascorrerla anche insieme a Voi che nel corso di questi anni o mesi,ho imparato a conoscere e apprezzare. Cosa può esserci di meglio di un piacevole ritrovo dove ,fra le altre cose cantare tutti insieme?

Mia sorella Elle ci accompagnerà con la chitarra….nessuno si offenderà se saremo un po’….stonati…..

Scrivo solamente insieme a pochi amici

quando ci troviamo a casa e abbiam pensato

 non pensare che vi abbia dimenticato proprio ieri sera scrivevo di Voi….

Camminando verso casa mi siete tornati in mente

a letto mi sono girata e non ho detto niente

 E ho ripensato agli scritti così belli e cari che danno al nostro gruppo qualcosa di più

 Cassandro che scrive Sergio risponde Giovanni legge sempre tutto, attento com’è

Parole d’amore che fanno ancora bene al cuore

 noi stanchi ma contenti se schiudi gli occhi forse tu ci leggi anche da lì

 L’altra domenica siamo andati al lago

abbiamo scritto di un luccio grande che sembrava un drago

 Poi la sera l’abbiam descritto insieme al Ciapessoni su quel terrazzo lì

 Antonia saluta elle sorride sempre ,serena com’è è bello passar le serate passarle così

 Se schiudi gli occhi forse tu ci leggi anche da lì

 Racconti sinceri che fanno ancora bene ai cuori diciamo quasi sempre sempre….la verità

storie postate parole sempre un po’ sbagliate è bello passar le serate, insieme così…..

La navigazione continua serena,le bianche vele della Leda sono gonfie di vento…..buona navigazione a tutti….vvb! Ciao!!!!

Comments 54 Commenti »


Bisogna che mi brighi,stò salendo sulla Leda,bella come non mai perché ho organizzato una bella festa con tanti amici! Eh, si,questo è il mio secondo anno di blog! E per l’occasione  ho radunato intorno a me,tanti cari amici che ho incontrato nel corso di questi due anni.

 Qualcuno non scrive più, con altri ci siamo persi di vista,ma ciò non significa che non siano nel mio cuore. Ognuno di loro si è fermato un attimo ad ascoltare quello che avevo da dire,mi ha dato dei consigli,insieme abbiamo riso, scherzato.  Da loro ho appreso un modo diverso dal mio di pensare,sono entrata un poco nelle loro vite,ho gioito e sofferto di quanto raccontavano! (continua…)

Comments 31 Commenti »


Un anno fa,il sette Luglio,nasceva la Leda. Ancora non sapevo che qualcosa dentro di me stava cambiando che ’ Era già l’or che volge il disio
ai naviganti e intenerisce il core,
lo dì ch’an detto a’dolci amici addio;
e che lo novo peregrin d’amore
punge,se ode squilla di lontano
che paia il giorno pianger che si more;
quand’io incominciai a render vano
l’udire,e a mirare una dell’alme
surta,che l’ascoltar chiedea con mano.
Ella giunse e levò ambe le palme,
ficcando gli occhi verso l’oriente,
come dicesse a Dio: ’ D’altro non calme.
 Te lucis ante,si devotamente
le uscìo di bocca e con sì dolci note
che fece a me uscir di mente”..

Il sommo Poeta ha sempre navigato con noi!!! E’ proprio grazie alla Leda e alle dotte conversazioni con il caro Cassandro ( artefice fra l’altro del nome di questo bel sogno!),e le sue ‘discepole’  Renata , sassolino,la sottoscritta che ho riscoperto le dolcezza dei suoi versi.

 Non è stato solo un trovarsi e ritrovarsi con amici piacevoli e sinceri,è stato di più!..Per me un maturare .Per la prima volta dopo tanti anni,ho cominciato a ‘navigare  dentro me stessa’.

 Non so quanto tempo durerà ancora questo viaggio.Talvolta mi sembra di essere vicina alla mèta, ma basta un niente che questa si allontana di nuovo. Non ho fretta di arrivare,sono in buone mani. I bravi comandanti Colui il Quale e Libero di Volare, seguono rotte sconosciute ma sicure, l’insostituibile dottor Rifleman,con le sue niracolose medicine, guarisce tutti i malanni che una traversata così anomala,può comportare. Tutto intorno vedo solo persone amiche, qualche volta un banco di foschia oscura la vista, ma subito, Eolo, mandato dall’attento Zeus,la fa allontanare. Matusalemme,mi aiuta con la sua saggezza e esperienza,Mister Freud, a leggere dentro di me. Il caro Sergio mi riempie di poesie. Cassandro risponde a tutte le mie domande e grazie a lui,riesco a rimanere ben dritta anche durante le tempeste. Potrei dunque finire questa riflessione, con le parole di Josè Saramago,tratte dal suo libro : Il racconto dell’Isola sconosciuta’

‘ Da quando il viaggio verso l’isola sconosciuta è cominciato non si è ancora visto l’uomo al timone mangiare,dev’essere perché sta sognando,e se nel sogno gli venisse voglia di un pezzo di pane o di una mela,sarebbe pura invenzione,niente di più.
Le radici degli alberi stanno penetrando nell’ossatura dell’imbarcazione,fra poco non serviranno più queste vele issate,basterà che il vento soffi fra le cime degli alberi e porti la caravella verso la meta.
E’ una foresta che naviga e si mantiene in equilibrio sopra le onde,una foresta dove, senza sapere come,hanno cominciato a cantare gli uccelli,dovevano essere lì nascosti e all’improvviso hanno deciso di uscire allo scoperto,forse perché le messi sono ormai mature e bisogna mieterle.
L’uomo ,allora,bloccò la ruota del timone e scese nel campo con la falce in mano,e fu solo dopo aver tagliato le prime spighe che vide un’ombra accanto alla propria ombra. Si svegliò abbracciato alla donna delle pulizie,mentre lei lo abbracciava,confusi i corpi,confuse le cabine,non si sa se a babordo o a tribordo. Poi,poco dopo il sorgere del sole,l’uomo e la donna andarono a dipingere sulla prua dell’imbarcazione,da un lato e dall’altro,a lettere bianche,il nome che ancora bisognava dare alla caravella.
Verso mezzogiorno,con la marea,L’Isola Sconosciuta prese infine il mare,alla ricerca di se stessa.”

Ecco….avevo chiuso qui queste riflessioni….ma la magia della navigazione,l’incanto della notte,la dolcezza di queste vele bianche che si innalzano, fino a voler navigare nel firmamento,ha fatto nascere in me questi versi….

DISTANZE

Anche se lontano
niente può farmi sentire
da te lontano.

In questa notte silenziosa
le distanze si annullano

Il cielo
immenso e silenzioso
brulica di luci…

Se alzi gli occhi
vedrai il mio cuore
brillare fra le stelle…

La mia anima,
quell’angelica farfalla
si culla nell’universo

e ti sorride teneramente.

( Vitty)

Sì….sulla mia Leda può accadere anche questo…posso far parlare il mio cuore,sorridere alla luna ,farmi carezzare i capelli dalla brezza…..e danzare tutta la notte!!

E Voi,siete ancora o no alla ricerca di Voi stessi? L?avete trovata la Vostra Isola?

Un affettuoso Ciao, da Vitty.

Riferimenti: …del bel nido di Leda mi divelse….

Comments 17 Commenti »

Oggi mi aggiro felice sulla Leda! E’ tanto che non salgo a bordo, la Vita reale, di tutti i giorni, talvolta è peggio di un’ancora…ti tiene saldamente con i piedi per terra…oggi però, il desiderio
di sogno, è più forte di qualsiasi realtà!

Mi guardo intorno e tutto è bello e lucente come ho lasciato l’ultima volta!!
Quante belle facce vedo!!!  Com’è bello sentire il desiderio di sorridere, regalare sorrisi che nascono dal cuore , trasmettere la gioia di incontrarsi.

Per prima cosa vorrei salutare Colui il Quale Comandante. Però non lo vedo.Al suo posto, elegantissimo nell’uniforme impeccabile, c’è Artur, finalmente Libero di Volare a cercare la sua Isola.Siamo contenti e curiosi di scoprire quale sarà la sua rotta… auguriamoci di non doverci imbattere in avventure troppo pericolose, come durante l’ ultima crociera!
Il mare è calmo. Zeus  ci segue benevolmente, continuerà a difenderci dalle tempeste in arrivo!
Così, scongiurato il mal di mare, il dottor Rifleman, potrà dedicarsi a quel suo amico che ha fatto indigestione di balle(?!)sicuramente guarirà così bene che diventerà astemio!!! E i miei amici Sergio e Cassandro?? Sergio deve essere al centro di quel capannello di signore tutte desiderose di versi e madrigali.Cassandro invece sarà a tenere qualche conferenza da qualche altra parte.Conviene andarlo a cercare, la sua allieva non vuole certo perdersi la lezione.

–Renata! Che sorpresa, fatti abbracciare! amica carissima, mi sei mancata! Come sei carina vestita così,insegni la Tarantella alle signore? Wow ! Ti dispiace se mi assento un momento? Vado nella sala studio e torno.
–Vitty,non c’è nessuno nella sala studio! Sai, credo che Cassandro si sia un po’ stancato di dare lezioni..

–Come “stancato di dare lezioni”  non posso crederci !

–Vedi è qualche tempo che parla spesso con bilbo,sicuramente discorreranno di temi centrali, importanti.Fanno spesso ampi gesti con le mani, come a formare un cerchio,è un argomento che li ‘prende molto’…

–Cerchi eh?!?Cose tonde?!..Ho capito Renata! Io ho capito…tu continua a pensare che studiano qualche ‘centrismo cosmico’

(Ma tu guarda…Una non si può distrarre un attimo!)

C’è anche Colomba Platino che si tiene ben stretto… fammi vedere bene…si, deve essere il Corvo di Salaparuta.Da quanto ha spiccato il volo da solo,senza la sua Colomba,lei non lo molla un attimo. Non si sa mai!

Passeggiando sul ponte, incontro Lorenzo, vicino a lui trotterellano festose la sua Lady e la piccola Katy.fFinalmente le posso accarezzare, e ottengo da Lorenzo la promessa che suonerà la chitarra per tutti noi.Intanto mi lascia con un allegrissimo ” Nel blog, dipinto di blog ” che è una premessa per altre belle canzoni.

Incontro anche Will, con lo Zione ( finalmente posso conoscerlo di persona), la bella zia Chopin, e il maestoso e regale cane Yago.Bè, lo sguardo che ci siamo scambiati, io e Yago, è uno sguardo di due persone che si sono piaciute. Passeggiare un po’ con Loro è piacevole. Will racconta episodi di famiglia, lo Zione interviene per correggere, la zia , amorevolmente mette tutti d’accordo. Mi allontano per non turbare questa atmosfera così intima.

Mi guardo intorno in cerca della nostra fotografa Mary.Eccola! Ha portato anche il suo Terry, fra uno scatto e l’altro, lo fa giocare col frisbi. Tienti pronta, mi raccomando perché fra non molto
 faremo una foto di gruppo!! Mi saluta con la mano e corre dietro al suo cane…ma non doveva essere il contrario?! Mah! Come cambiano le cose!!

Ecco anche Quentin, circondato da belle fanciulle!

“ciao carissimo,vedo che va molto meglio! “ Mery, armata di cavalletto e pennelli cerca di rubare il colore del mare sulla sua tela?.

Francy invece, stà tenendo un corso per come si prepara un the nel deserto, stà avendo un vero successo! Guarda la’, c’è la fila.Quasi quasi , una tazza la berrei anch’io.Ce l’avrà alla rosa?

Fiiiiiiiii !!!fiiiiiiiiiii! Su, muoversi! Per favore fate spazio!! Uno! due!uno-due !Op ,op!! fiiiiiii!!!

 Accipicchia quanta energia…Dolcevipera, vestita da arbitro,con tanto di pallone sotto il braccio, allena i maschietti ( quelli che ce la fanno a starle dietro) in lungo e in largo sulla Leda.
Ecco perché ogni tanto si avverte il suono del fischietto,per aprirsi un varco fra i crocieristi.

Angelordevil, dopo la sua ultima delusione, ha deciso di indossare una ‘corazza anti delusioni’

Infatti, eccola camminare tranquilla fra ragazzi che cercano di interessarla. Per ora non gliene importa ‘un baffo’ li guarda e prosegue  incurante dei loro complimenti.

Emilio inutilmente cerca di scrivere l’ultima sua poesia. Quando crede di averlo fatto,l’amico Italo, gli fa notare garbatamente  “Che non può essere l’ultima,ve ne sarà ancora un’altra”.
Parlano fitto fra loro, ma in sostanza credo siano d’accordo.

Teo, sempre in luna di miele con la sua dolce metà, la fa divertire giocando con le parole come un perfetto giocoliere.Poco male se ogni tanto perde una vocale, è bravissimo anche comporre versi o frasi con una sola di vocale.fFguriamoci, ce ne sono cinque,cosa vuoi che sia se ne perde una!!

Poi vedo un gradito ritorno ,Marco , Sim0n, un nuovo arrivo! Maltese?! Anche Zampadura !!!

Ma quanti siamo?! Non posso crederci,c’è anche Fragmenta con la piccola Sara ! E guarda com’è cresciuta! Comincia a voler camminare e dà molto da fare . Meno male c’è anche il nipotino di Renata,Luca, così il divertimento per i piccoli sarà assicurato.

Ci sarà qualcun altro? Ah,sì,c’è Ape Sara  che è talmente brava con i pc,che l’hanno messa a fare un corso alla future blogger per l’uso corretto dei css e altre “diavolerie” informatiche. L’iniziativa sta’ avendo molto successo,le iscrizioni aumentano di giorno in giorno.

Però, questa sparizione di Colui il Quale, stà preoccupando tutti, anche se sembra che la serenità regni sovrana,ci manca il suo sguardo attento e benevolo che ci seguiva dall’alto della sua postazione. Hmmm, si sentono rumori strani provenire dalla sua cabina!!..Cosa sarà?! Cosa sarààààà!!!!

Mi avvicino a Tuppa, per saperne di più. Un tempo era la sua segretaria. Mi fa cenno che no,non può parlare..

Ma allora è una cosa grave?!più grave di quello che possiamo pensare?!

_-No,state tranquilli,il fatto è il fatto è che colui il quale è stato troppo tempo a bordo!

–E con ciò?! Era sulla Leda, mica una nave qualunque…

–Si, ma voi avete tutti una compagnia, vi svagate !Ecco a Colui il Quale che naviga da troppo tempo, improvvisamente gli è venuta una voglia…
—Una voglia?!? E quale voglia??!!—
-Unavogliadiunadonnaconuncervellocosìeduetettecosì!!!

-piano, piano ..dillo più lentamente non si capisce niente sennò! 

Allora, dicevo?..gli è venuta una voglia di una donna con un cervello così e due tette così! Avete capito ora?!

 Noi abbiamo tutti capito, solo qualcuno si è messo a dissertare quali potevano essere le misure di gradimento .Forse il cervello così e le tette…no  alla rovescia..semmai un cervello così e due tette…

Il dilemma occuperà parecchio tempo ai nostri passeggeri curiosi…

Siamo contenti comunque che il mistero , se di mistero si può parlare, sia stato risolto.
Ed ora via, mettiamoci tutti in posa!  Cassandro,Sergio! Per favore,potete avvicinarvi?! Anche lo zione! Will.Renata,stiamo vicini.Emilio,mettiti accanto a renata….così,ecco. Ci siamo tutti? Dài,Mary,scatta…facci belli,mi raccomando! Mentre le foto vengono scattate a ripetizione,la Leda continua la sua navigazione serena in questo mare della Felicità.

Ciao,alla prossima!!!  ( e in sordina parte la sigla della Leda. La cantiamo tutti insieme?)

 

Mare profumo di mare.

Sulla Leda io voglio andare

E”ancora mare profumo di mare…

Riferimenti: Mare profumo di mareeeee…..

Comments 30 Commenti »

Le bianche vele della Leda, spiccano sull’azzurro mare e del cielo, l’unione fra i due è talmente impercettibile, che può dare l’impressione di volare, invece di navigare!!!
Colui il Quale Comandante, passeggia soddisfatto sul ponte di comando, l’equipaggio lavora diligentemente, il Dottor Rifleman, sembra più un passeggero che il medico di bordo……la sua medicina miracolosa, guarisce tutti in un attimo, lasciando a lui e alla sua assistente, la dolce Rosagialla, molto tempo libero!!
Infatti sguazzano beati nella piscina della nave!
Fanno gare di nuoto, con Sara piccina e Ape Sara, che entrambe sono delle ottime tuffatrici!
Infatti, gli ospiti che siedono vicino ai bordi sella piscina, ad ogni loro tuffo, fanno una OLA sottolineata da un OOOOOOOOlèèèèèèèèè generale!
Le fanciulle sorridono con malcelata modestia, aggiungendo qualcosa di più
difficile ai tuffi successivi.
Silvia e William, seduti in disparte, non si accorgono di tanto trambusto,
tutti presi nella discussione sull’esatta collocazione di una virgola sulla famosa frase ” To Be or not to Be, that is the question” de più famoso
William Shakespeare. Italo aiutato dal cannocchiale, osserva l’evoluzione dei delfini che seguono la scia della nave del pirata solitario, Mauro.

Renata, Vitty, Emilio, Cassandro, seduti intorno ad un tavolo, sotto una tenda a righe verdi, al riparo dal sole, giocano una partita a poker…..
la posta sarà offrire un bicchiere di acqua e limone, ben ghiacciata, alle signore o viceversa!
In gara sono rimasti solo Vitty e Cassandro……sentiamo cosa dicono, sembra siano alle battute finali.

” Siamo rimasti in due e sei “servita”
quindi “parola” a te amica mia-
–Euro cento, ecco!…–
–Sei ardita!…–
–E sono anche sincera…fila via!–
–Ho cambiato , uhè, solo due carte!…–
–e ti è rimasto un tris…Sono sicura,
Rilancia…oppure mettiti da parte,
che stavo bene fin dall’apertura!–
–Euro mille , allor se vuoi giocare!”
–Ma pure un milione! Non ci credo
che tieni gioco…vuoi sempre bleffare…
ma a carte non ci sto’…e quindi: Vedo–
–Ho vinto, cocca!…
Ecco scala al re!….”

Mah, pare che questa mano sia dei maschietti!

Meri con la sua bella macchina fotografica, gira da un gruppo all’altro, fotografando a tutto spiano. Arturo, approfitta dell’occasione per farsi immortalare, si libera dell’accappatoio restando in costume ( suscitando fischi di ammirazione dalle signore presenti)sale sul trampolino, così, finalmente libero di volare, si tuffa ad angelo! Mandando in visibilio gli
astanti, in special modo il caro Luca!!!!
Quentin,Sim0n, Marco ,Matteo con signora, Angelordevil, Dolcevipera, Cami, Francy, siedono intorno a Lorenzo che con i suoi accordi, accompagna gli
amici nel canto.E’ bello sentirli cantare ” Nel blog, dipinto di Bolg…..”
Oppure ” Mare profumo di mare …sulla Leda io voglio salpare!…..”
Insomma una giornata lieta e piacevole sulla Leda e i suoi sognanti passeggeri!!!!

Il cuoco, con aria sconsolata, si avvicina a Colui il Quale Gambusiere, esprimendo la propria preoccupazi per la scarsità delle provviste.
Dopo un’attenta riflessione, Colui il Quale Gambusiere, si riveste dei panni di Colui il Quale Comandante , ordina di mettere in acqua una Lancia
con a bordo due pescatori dìeccezione……Guido e Lapo….a sentire quei nomi, Vitty, Cassandro, Renata e Emilio, chiedono ed ottengono, ilm permesso
di partecipare alla battuta di pesca!
Indossando il loro bel cappello color porpora , le ragazze si accingono a salire sulla scialuppa, aiutate dai loro cavalieri.
Nessuno è molto esperto di pesca……l’idea di servirsi di quei vermini
per inserirli nell’esca……ripugna un po’tutti!
Inoltre…..grovigli inistricabili, si sono formati con le lenze…..non resta che fingere di pescare……chissà se…….Qualcosa sbatte violentemente contro la barca……cosa sarà…..forse una boatta?!……Nooooo! E’ una bottiglia!!!!!
–Bottiglia in mare con messaggio!–Grida Vitty, indicando col dito il punto esatto dove questa fa capolino !!! Nonostante la quasi indifferenza
di Guido e Lapo, EMILIO E Cassandro, recuperano la bottiglia……che effettivamente contiene un foglietto!!!
–Dai, dai! Aprite!!!–
–Si, vediamo cosa c’è scritto!–
–Che emozione ! Un messaggio in bottiglia!!!–
–Chissà quando è stato scritto?–
–Sarà di qualche naufrago?–
–Ma no! E’ sicuramente di qualche innamorato…..–
–Figurati! Sarà lo scherzo di qualche bambino!!!…

” Il messaggio è di tale Sergio Sestolla che a quanto pare ci conosce
tutti e piuttosto bene……..e qui le ipotesi sono sprecate!!!!…
” Sarà il Gabbiano solitario che si sentiva trascurato e ha voluto così risvegliare la nostra attenzione?!”
–Io credo che sia uno dell’equipaggio che ha voluto farci uno scherzo!!”
–Sei stata tu,Vitty??!!–
–Io???….–
–Dai, scherzavo, non fare quella faccia offesa! eh,eh! :) )–
–Renata?–
–Eh?!?–
–Si ciaoo! Quella pensa solo al nipotino e al suo amore……!–
–Date qua, fatemi vedere– ordina Cassandro,
–In che mare siamo?– chiede Emilio.
–Nell’Oceano dei Desideri– risponde Lapo, lapidario.
–Ho capito….qui c’è qualcuno che desidera trovare messaggi in bottiglia…..così non sarà l’ultimo– annuncia Cassandro…..infatti un ” boing” sulla fiancata destra della piccola imbarcazione, rivela la presenza
di un altro messaggio in bottiglia!!!!
–Presto, risaliamo sulla nave, e allontaniamoci da qui, prima che il mare si riempia di bottiglie….!–
–No….per favore…..restiamo ncora, l’ho tanto desiderato trovarnr una….!–
–Ebbene …..ne hai due, non ti basta?–Rispondono in coro Cassandro, Renata , Emilio, ad una Vitty che stringe le bottiglie, col timore di perderle.
” Ma questi sono messaggi per tutti i passeggeri della Leda! Questo ci conosce!!! Come sarebbe bello conoscerlo!!!!…..La frase non è ancora finita…..che una barca si materializza davanti ai pescatori improvvisati!!!!!
– Siete della Leda?–
–Si, siamo della Leda…e lei chi è?!–
–Come chi sono??! Ero tranquillo alla mia scrivania…..al mio Pc, facevo
le mie cose……mi avete chiamato e ……eccomi qua……
Sono Sergio , Sergio Sestolla!!!…Fatemi salire a bordo…….è l’ora di pranzo……ho pure fame!!!!–

Contente come se avesero trovato un tesoro, Vitty e Renata, scortano il nuovo arrivato da Colui il Quale Comandante……che accoglie benevolmente il nuovo arrivato…….ma visto che nessuno ha pescato niente, spedisce Emilio e Cassandro in cucina!! Dovramnno improvvisare un pranzo per tutti……..!

Nell’attesa di sedersi a tavola, viene chiesto a Nerone e Missmagda, per l’occasione titolari di un complessino i ” Rythm Blues” con un repertorio afrocubano , formatosi nel basso Valdarno, di intrattenere gli ospiti, tanto per distoglirli dalla fame incalzante.
La fame affiora nefli occhi dei cantori, le mani che agitano le maracas, sembrano intente a sbattere uno zabaione!!!!
Matteo e signora, si uniscono alle coppie che danzano, s’allacciano con eleganza in un figurato svolazzante di sottogonne, con gli occhi fissi in un punto lontano della memoria.
E’ un turbine di volteggi, piroette esaltelli, incroci e passi doppi, inondati di passione e sudore!!!!… E’ la Danza. E la Vita.

Giano guida un gruppo di persone davanti ad un bar sulla nave, dove di solito si servono bomboloni ala crema, le focaccine al prosciutto, Patatine Generali e soffiottini al Formaggio Riuniti, sperando di innaffiare il tutto con un ottimo Camparino Consolidato.

La ressa è spaventosa……ma Colui il Quale il Comandante soride…..avverte che fra poco il pranzo sarà servito….

Rosagialla , Silvia, Sara piccina, Sareape, Francy, Cami,Meri, Renata , Angelordevil, Dolcevipera, Vitty, si chiedono cosa staranno mai combinando in cucina Emilio e Cassandro!!!!

Il suono della campana avverte che il pranzo è pronto…..tutti si siedono curiosi…..ai commensali viene chiesto di chiudere gli occhi e assaggiare …….Con diffidenza le signore si portano il cibo alla bocca…….un assaggioe un OOOOOOOHH!!!!!HMMMMMM…..buono…cos’èèèèèè??!!! Riempie la Leda da poppa a prua!!!!
Il nome viene sussurrato da un tavolo all’altro, fino a risuonare forte e chiaro 4 SALTI IN PADELLA!!!!!!

Tutti concordano nell’ottimo risultato, i ” cuochi ” vengono applauditi,Arturo, preso dall’entusiasmo, offre bottiglie di vino pregiato come il Sassicaia!!!!!
Sergio Sestolla, seppure frastornato…..pensa divertito che ci sarà da ridere parecchio……e che manna per il suo scrivere poesie!!!!!
Colui il Quale Comandante, insieme al dottot Rifle, sorride rilassato!

Anche oggi tutto è andato per il meglio!

Il mare è tranquillo. la nave scivola silenziosa e leggera…………
Domani……..domani sarà un altro giorno…….!

Riferimenti: Nel blog, dipinto di Blog……..!

Comments 8 Commenti »


E’ notte, la luna e le stelle, vigilano dal cielo sulla tranquillità
della Leda.
I motori spenti, a vele spiegate, silenziosa, elegante come non mai,
par quasi volare, in quest’oceano di pace.
All’interno tutto è tranquillo e silenzioso.
I passeggeri riposano con il sonno dei giusti, nele loro camere.

Anche Colui il Quale Comandante dorme……..anzi, si agita……forse
un brutto sogno lo tormenta?
ssssssssfacciamo piano, aviciniamoci, curiosiamo in questo che pare
proprio un incubo!

“Appoggiato al parapetto, Colui il Quale Comandante, attende i nuovi
passeggeri.
Molti di loro, attirati dall’eleganza della Leda e dalla fama, che
ormai la precede in ogni porto, hanno deciso di trascorrere un periodo
di vacanza qua, consci che la Leda offrirà un trattamento familiare….
Infatti, come a casa, le cose spesso si inceppano, il lavandino si intasa
e lo scaldabagno, altro non sarà che un freddo monolite alla memoria
dei primi fasti borghesi del dopoguerra.

Parecchi di loro, sono reduci da vacanze alle Seychelles, Trinidad, i Caraibi, le Maldive, la Grecia e l’oltraggiata Corsica, che a giudicare
da quanta umanità vi cerca approdo, dovrebbe essere grande come
l’Australia.
Altri arrivano da itinerari avventurosi, che inducono schiere di varie
categorie , amisurarsi con le rapide dello Yang-Tse a bordo di minuscole
canoe, assediate da piranha, grossi come sottosegretari.
Od ingaggiare furiosi testa a testa coll’infido bufalo acquatico
della Malacca, ad accamparsi fortunosamente nella Savana, o sonnecchiare
appesi ad un gancio sugli strapiombi nell’Annapurna in attesa dello Yeti.
Qualcuno, molto fortunato, è riuscito anche a farsi morsicare dalla
tarantola maledetta, sacra alla dea Kalì, che procura tre giorni di
visioni ascetiche e febbroni da cavallo.
Altri, hanno affrontato viaggi in automobile di famiglia, con canottini
e biciclette, suocere e pinne, racchette e scolapasta……..

Eccoli dunque, i villeggianti, con tutti i loro rituali, antichi sandali
sopra alle calze corte, color begino, pronti a interminabili partite
a scopa la sera, dinanzi ad un folto pubblico di zanzare.

Ad acogliere i vacanzieri, accanto a Colui il Quale Comandante, c’è
una bella donna dal nome Wanda, con una gran testa di capelli rossi.
Aspetta sulla tolda i nuovi arrivi, per annunciare loro, che le camere con vista sulla gelateria, non sono disponibili, e che dovranno accontentarsi
di quelle prospiscenti alla cucina, dove però c’è tanto verde, per via
che sulla Leda, fanno il minestrone tutte le sere!

I capelli rossi della signora Wanda, sono orami un’istituzione,
si trovano spesso nelle polpettine primavera , fatte con le sue mani….

Le serate sulla Leda, si annunciano liete, le sorelle Francy e Cami,
faranno le imitazioni delle Kessler, e il nostro Giano, imiterà
la voce di Amedeo Nazzari.

Questa sì ch’è vita!!!!!!!!!!

I coniugi nuovi di zecca, Matteo e signora, la sera vanno a prendere
un gelato da Rosagialla, che lo fa artigianale, col latte e le òva,
come una volta.
Ci sono vari gusti, tutti messi per benino nelle belle sorbettiere lucide.
Quest’anno vanno di moda il gusto di orso, il sorbetto di agnello con le
olive,il mandorlato al cipresso, la granita di incenso, il frappè di
asfalto, lo spumone di ghiande, la coppa di sughero , la panna andata
a male.
Sarà per questo che la neo signora, ordina sempre un macchiato??

Nell’incubo di Colui il Quale Comandante, non poteva mancare il cuoco,
che non è il solito cuoco…….è Rifleman, che preso un’aria torva,
si fa chiamare Barabba, come credenziali, vanta di aver lavorato vent’anni
a bordo di un cargo neozelandese.
Ha una mano amputata da Kelaman, un’astice che si rifiutava di diventare un’insalata di mare.
Per questo aprì un ristorante a Lione, chiamato ” il monco e l’aragosta”
, dove riscosse grande successo.
Finchè il richiamo del mare, lo riportò ad imbarcarsi di nuovo.
Le sue specialità sono : le patate lesse con germogli alla Barabba,
il semolino palloccoloso alla Barabba, tutte pietanze appetitosissime,
da servire rigorosamente fredde, anzi ” marmate “, come non manca di
annotare sagacemente,Adriano.

Sulla Leda, non può mancare il bagnino, in quest’incubo, il bagnino è……
…….Lorenzo, un tipo pelosissimo, taciturno, che scruta sempre l’orizzonte.
Porta un paio di slippetti rosso sbiadito, una canottiera, un paio di
zoccoloni che trscina dietro, con rumore di cassa da morto.
Lorenza è molto robusto, sul bicipite porta tatuata una figura dii donna
con sotto il nome, Morena.
Quando fa il muscolo , par che si muova, lui socchiude gli occhi con
degnazione , come per dire” che ganzo sono”.
Chi gli chiede chi sia questa Morena, fa dei gesti accompagnati da tre
fischietti.
La sera Lorenzo mette in ordine i bordi della piscina, con diligenza,
raccatta tutti i vuoti dei camparini, smoccolando, dicendo ,
figliduncane, lo so io dove ve le metterei codeste bottiglie……!

Mery, la nostra fotografa ufficiale di bordo, nell’incubo, ha lasciato
il posto a Mirando, che come recapito fisso, ce l’ha presso il seggiolone
del bagnino.
Ha superato la settantina, ma si mantiene bene, parla sempre della moglie
dice” Quand’era viva la mi’ povera moglie…….” Tutti invece sanno che
gli scappò vent’anni fa , con un marittimo di Taranto.
Però fanno finta di nulla.
E’ l’ultimo fotografo a disporre d’un grande paperino di cartone, se lo
trascina dietro, per accileccare le mamme, con una intonazione cantelinante “Sposa, facciamo il ritrattino a questo bel bambino insieme
a Paperino?”.
La sua macchina fotografica, è un aggeggio gigantesco, dall’aspetto
vagamente balcanico e non se ne legge più la marca.
Quando scatta ha il rumore secco di una fucilata, e il povero Mirando,
vacilla sotto il contraccolpo, ma dice subito” Bella. bellissima, questa
è proprio speciale”, e armeggia con la manovella, brontolando piano .
Nei suoi ritratti, la gente viene sempre con l’espressione stupefatta.
Siccome sviluppa e stampa in cabina, nel suo lavandino, ogni tanto sulle
fotografie, si possono trovare incrostato, un pezzatto di lattuga o una
buccetta doi frutta.

La crociera volge al termine, le meduse, più morte che vive, seguono il
moto delle onde, il bagnino sonnecchia sulla sdraio, i passeggeri, sul ponte
aspettando l’attracco, sanno che ormai, i giochi, i cavalloni, le serate danzanti, fanno parte già dei ricordi.
A terra, i problemi della scuola dei ragazzi, le rate del mutuo, ed altre
mille disgrazie che incombono sul capo a fronte dei virtuali e modeste
renumerazioni, quali lo scialbo campionato della nostra squadra di calcio,
l’impossibile vincita alla lotteria di Capodanno.

I nostri terribili draghi, la stretta fiscale, il probabile rincaro della
benzina, ci aspettano, veri, di ciccia, dopo averne letto sui giornali
come di cose irreali e lontane.
Tocca a noi d’affrontarli, paladini dalla testa di legno e dalle spade
di latta, con quel quotidiano ardimento che ci fa eroi nostro malgrado.

E nell’attesa ? Che si fa?
Diamine, si prenota la Leda per l’estate prossima!!!!”

Un sobbalzo e Colui il Quale Comandante, è ormai sveglio, matido di
sudore, velocemente indossa la sua bella divisa.
Esce ad ispezionare la nave, da poppa a prua.
Per fortuna era solo un brutto sogno.

SSSSSSSSSSSSStutto tace, riposa, piano piano si mette davanti al timone,
controlla la rotta.
La Via dei Sogni è perfettamente allineata.
Fra poco sorgerà il sole, per i Lediani, sarà un’altra splendida giornata!

Vitty.

ps
ringrazio e mi scuso con il grande Borzacchini, per aver vivacizzato i
personaggi grazie a qualche suo scritto.
Riferimenti: Partiràààààà la nave partiàààààààà…………

Comments 16 Commenti »


Ho letto il post di Kruunu,
Sapere che la Leda, è arrivata tanto lontana, ha addirittua scaldato
il cuore dell’alta finanza………..

Mi ha commosso tantissimo!!!!

Sono orgogliosa di aver dato forma ad un sogno, che temevo di esprimere,
ma viveva dentro di me!!!!!

Non posso non correre col pensiero a Cassandro, il quale mi ha aiutata a
dare un nome , bello, dolce, caldo, a questo sogno.

Così, come a tutti i croceristi, che tanto carinamente, mi hanno assecondato!!!

Grazue alle autrici delle nuove avventure!
Molto più brave di me, che temo addirittura nel cimentarmi in un altro racconto!!!!!!!!

W la LEDA, dunque,W NOI, W Kruunu, che c’ha portato così lontano!!!

Vi abbraccio forte forte, vitty!!
Riferimenti: Oh! Capitano ! Oh mio capitano!!!!

Comments 13 Commenti »

La Leda è in fermento, con i passeggeri complici e muti come pesci ( ! )
Stanno organizzando una festa a sorpresa per Renata.
Eh, si, oggi è il suo compleanno!
Perciò, Colui il Quale Comandante, ha autorizzato i festeggiamenti,
conscio che una crociera diventa più gradevole se i psseggeri possono
unire l’utile al dilettevole!
Ore, l’utile sono le lezioni i corsi di varia natura tenuti a bordo, con tanto successo di pubblico.
Il dilettevole sono i giochi e le feste, per l’appunto!!

Tutto si svoge in sordina, per Renata dovrà essere una vera sorpresa!

Cassandro si è offerto volontario .
La terrà occupata, dissertando sulla mitologia ” dalla preistoria alla
Mesopotamia, all’Egitto…….”
L’argomento complesso, vasto, li terrà occupati per parecchio tempo.

Rosagialla,oltre a preparare i gelati” profumo di mare” ,dal gusto delicato e fresco, aiuta il dottor Rifleman a gonfiare e sistemare i palloncini.

Giano ha pensato alle rose, dozzine di rose dai vari colori, per la
nostra festeggiata!

Quentin, Simon, Pabel, si esercitano nel tango!
Peccato che durante una piroetta, Hegemon si sia slogata un polso!
Comunque guarirà presto.

Lorenzo non sta’ molto bene, non sa se parteciperà.
Francy e Cami, faranno di tutto per fargli cambiare idea.

Angelordevil, ha portato una sua amica, la signora Barbara Della Rocca,
per vedere come si divertono questi sognatori!
Ha promesso che si limiterà alla partecipazione, senza mettersi in
cattedra.

Il pirata Mauro, sarà dei nostri, non poteva mancare.

Nerone, in via del tutto eccezionale, regalerà a Renata un oroscopo
super fortunato!

Missmagda, preferisce godersi la festa, ha invitato sua madre, si
dedicherà solo a lei, facendole scoprire tutti gli angoli di questa bella nave!.

Sara piccina, pettina e cura i suoi Guccio e Naomi, anche loro
saranno presenti a festeggiamenti.

Apesara, cercando fra le sue carte, ha trovato questa poesia,
anche se non l’ha scritta lei, sicuramente piacerà :

COMPLEANNO

La primavera
prima stagione dell’anno
il sole ha più calore
là dove germogliano
margherite e viole
nasce una nuova stella
nel cielo di azzurro
dentro di noi un risveglio
dove ci fa sognare
col tuo segno di leone
lo sguardo bizzarrino
come un boccio di rosa con la rugiada
sei bella e amata
come la primavera desiderata.

( Lico )

Tutto è pronto, la notizia di una festa ha rapidamente fatto il giro della
nave!

Anche Renata è stata avvertita!

E’ andata a prepararsi, ignorando che sarà la sua festa.

La nave sembra deserta, la prua fende le onde di questo Mare Dei Sogni.

La Luna fa capolino fra le stelle.

Tutti sono in attesa.

Finchè…..eccola.

Scende le scalecon eleganza, la sua snella figuraè fasciata da un abito
blu notte, le spalle nude sono sfiorate dallo scialletto color del sole!
Una cascata di morbidi riccioli, si spande lievemente sulle spalle.
Gli occhi brillano come stelle.
Si guarda intorno……non c’è nessuno.

–Sarò in anticipo— pensa.
Con fare indeciso entra nel salone…….improvvisamente le note di
Happy Birtday To You, risuonano nell’aria!
Le luci si accendono!
Una magia di colori le si para davanti!

Siamo tutti qua Renata, tutti a farti festa!!!
Ti vogliamo bene!!!

Viene portata una torta gigante, si spengono le luci….Aspetta!
Ricordati di esprimere un desiderio!….Su spegni…fffffffffffffffffffff
Evviva!!!!!
Qualcuno in fondo alla sala avanza,una rosa in mano, e come il più
dolce dei menestrelli. canta alla sua bella ” Il cielo in una stanza”.

L’attimo è magico, intimo.
Avvicinandosi, svela la sua identità……è Emilio!!!
Un lungo abbraccio cementa il loro incontro!
La festa è bella, tutti hanno un sogno ,
che stasera magicamente si avvera.

Lentamente esco, fa tanto caldo, ho bisogno di una boccata d’aria!

Cammino lentamente sul ponte, pensando alla festa.
Nel buio un’ombra mi fa capire che non sono sola.

Mi avvicino: — Cassandro! Credevo fossi dentro a divertirti!–

— Ci sono stato…..ma ora sono qui–

— Riesci sempre a sorprendermi — rispondo in un soffio.

Lui ride, il sornione.

La musica ci raggiunge, le note di Wonderful World ci avvolge.

Uno sguardo…il tuo braccio cinge la mia vita.
Lentamente iniziamo a ballare.

La nave scivola silenziosa, col suo fardello di sognatori.
La luna illumina i nostri passi.
Il tempo si è fermato.

Se questo è un sogno, non svegliatemi più……..!

Riferimenti: Mare profumo di mareeeee…..

Comments 30 Commenti »

                                                                                                                                                                        veliero
Tempo di annoiarsi su questa nave non ce   n’è.                                                   
Dalla mattina alla sera, è un susseguirsi di incontri, corsi, attività sportive.
Blody Mandi e sua moglie Fiorenza, con i loro bermuda a fiori e scarpe bianche con frange, tengono dei corsi di ballo, che definirli spumeggianti
è poco!!!

Meri oltre che fotografa ufficiale di bordo, insegna a catturare nell’obiettivo le sfumature della luce, e la magia del momento.

Nerone, pur col suo carattere “incendiario”, divide il tempo con MissMagda, lui predice gli sfigoroscopi, lei si affida ai Ching, famose divinazioni sballate fin dai tempi dei tempi, ai malcapitati che ne fanno richiesta.

Cassandro, vista la sua cultura, si è lasciato convincere a tenere qualche seminario sulla Divina Commedia, suscitando vivo interesse da parte delle signore. In special modo, una sua discepola, volenterosa di apprendere sempre di più, si può trovare in varie ore del giorno, e nei posti più impensabili, intenta a porre domande, seguendo appieno il consiglio del suo maestro che è quello di ” una costante e continua applicazione”……

Angelordevil, insegna tecniche di corteggiamento ai giovinotti presenti.

Rosagialla è diventata il braccio destro del, sempre più abbronzato dottor Rifleman, l’aiuta nei casi meno gravi, ove non necessitano medicinali.

Lory, aiutato da Apesara, insegna a ricomporre i pezzi del proprio cuore,
la lista di attesa, si fa sempre più lunga! Ma l’altra nostra Sara, avrà sicuramente la precedenza, visto il grave stato del suo cuoricino!!

Renata, con i suoi racconti, talvolta tristi, talvolta allegri, intrattiene coloro che non hanno la voglia di partecipare ai giochi collettivi.

Camy e Franci, tengono corsi di cucina, costringendo Marco a fare l’assaggiatore, perchè non si sa mai……

Pabel ,con l’arrivo di vari gattini: Guccio di Sarapiccina, Simba di Serena,
Pimpa di Nerone, Gatta di Stella,
si è proclamato : veterinario!

Così anche i nostri amici a quattro zampe, saranno ben curati!

Le gemelle Sassolino e Frammento di Mare, sono guardate a vista da Chelaman
e Paolo Ramoso, guardie del corpo che Colui il Quale Comandante , ha voluto assegnare, onde evitare la caduta accidentale in mare, delle suddette fanciulle!

Pescatore, invaghito di non si sa bene quale fanciulla, all’insaputa di tutti, non li perde di vista!!!!

Guernio, dopo la sua disavventura, se la passa di lusso. Ha risvegliato l’istinto materno e protettivo delle signore che se lo contendono per colmarlo di coccole!!

Sarapiccina, ha un bel daffare, il suo Guccio, essendo l’unico maschio
felino, corre dietro alle signorine gatte con salti e rimbalzi, tutto pur di farsi notare! Rischiando di ficcarsi in qualche guaio!!

La prua della LEDA fende il mare con dolce eleganza, la brezza va gonfiare le vele, il tempo, le ore, i minuti, non hanno più significato!!!

Colui il Quale Comandante, con un binocolo, scruta l’orizzonte , una ruga gli increspa la fronte!

Una nave all’orizzonte, quella bandiera pirata non gli piace…..Un sorriso
 infine gli illumina il viso! E’ Mauro, il Pirata Solitario, si è avvicinato per farci un saluto!!  Ciao Pirata Mauro!!

 Lui è una spirito libero, navigare con noi, sarebbe stato come tagliare le ali ad un gabbiano!!!

Quentin stranamente si aggira guardingo e solitario!

Ma come, è sempre conteso da fanciulle, ha perfino seguito un corso di madrigali di Blondi Mandi per riscuotere più successo !
Come mai è solo e……. sconvolto?!
 

Angelordevil lo avvicina per sapere se ha bisogno di qualcosa!

Lui fa per parlare ma….parole irripetibili escono da quella bocca, abituata a tutt’altro gergo.

Lei lo guarda allibita:- E’ così che metti in pratica i miei insegnamenti?!-
Lui ripete frasi scurrili, lei gli molla un sonoro ceffone, gira i tacchi
e se ne va.

La scena non poteva sfuggire a Colui il Quale Comandante Occhio di Lince 

 Si precipita sul luogo del misfatto e affrontando quentin chiede spiegazioni.

 Il poverino non vuole rispondere, si tiene una mano sulla bocca:- Parla!-

 Lo minaccia Colui il Quale Commissario di bordo,” brandendo la mano come Michelangiolo, quando vibrò il colpo di mazzuolo, sul ginocchio del suo Mosè!”

 Il giovane fa cenno di no disperatamente, Colui il Quale Commissario di bordo, gli toglie le mani dalla bocca e……le solite frasi scurrili risuonano nel silenzio.

 Proprio mentre passa Pandora col suo vaso!!  Apriti cielo, quella quando qualcosa non va, minaccia sempre di aprirlo!!

Per fortuna Giano la segue
ovunque, pronto ad acchiappare al volo,il suddetto, e salvarci da chissà quali guai!

Qui ci vuole il dottor Rifleman e Rosagialla per un consulto urgente!!!-

 Ordina Colui il quale il Comandante.

Simone Pisano viene incaricato di andali a cercare, con la sua motoretta gialla, percorre la nave in un battibaleno!

Comunque, non c’è bisogno di girare tanto, basta andare a poppa, per trovarlo come al
solito  con una donzella!!

Dopo un fitto conciliabolo, decidono d’interpellare Nerone e Missmagda.
I quali agghindati come novelli ABUS SILENTI, avanzano seccati da quel frastuono.

–La cosa è semplice–declama il divino –Visto e appurato che il povero quentin, amiche tante, amanti punte!

 Ho deciso di fargli dono di una formula magica, consigliatomi anche da missmagda tramite i famosi Ching, per ottenere il sospirato successo col gentil sesso!  Non ha funzionato?! Pazienza, non mi fate arrabbiare che do’ fuoco a  tutto–

Così dicendo si è
avvolto nei suoi paludamenti, ha preso per mano Missmagda, e si è allontanato con fare sdegnoso.

Tutti una volta tanto, sono rimasti senza parole….

Rosagialla ha avuto un’idea brillante, è corsa a chiamare sua cugina Fragmenta, esperta in pozioni magiche, ed in men che non si dica, ha trovato la formula giusta!!

100 gr.di coda di rospo acuminata
816 di lingue biforcute
viaggio andata e ritorno nell’antica Grecia (e già lo facciamo )
una bomboletta di gas nervino con sedicente etichetta” parola imme
diata”

Mischiare gli ingredienti
con la massima fiducia,
rifinire con panna montata.

Agitare,trangugiare.

Camy e Francy, amorevolmente, hanno preparato la pozione.

Quenti ha bevuto, ha cambiato colore, poi ha esclamato:– Ma dove siamo,
nel Mare della Follia!?–

Un urlo di gioia ha scosso tutta la nave!

 Il battimani è stato generale!

 Meri ha scattato fotoricordo a tutti!

Colui il Quale il Comandante,commissario di Bordo,Nocchiero,Nostromo, Rifleman, Rosa Gialla ,Fragmenta , si sono abbraciati commossi!

Il pericolo è passato!!!

–Signori–Ha esortato Colui il Quale Capitano,mio Capitano:– Vi prego,
non è successo niente! Tornate pure alle vostre occupazioni! Grazie.
Domani vi aspetta un altro  giorno!–.

Comments 44 Commenti »


Oggi ho avuto dei problemi per collegarmi,non capisco cosa possa essere stato,ma non funzionava niente!
Comunque mentre sbrigavo le mie cose,pensavo.
Anzi,ho sognato ad occhi aperti. Sognavo una crocera nel Mediterraneo,insieme a tutti voi! Nessuno conosceva l’identità dell’altro,dovevamo arrivarci tramite piccoli indizi.
Come riconoscervi?!
Apesara,poteva essere quella ragazza un pò appartata,che legge e scrive molto.

Missmagda,infastidita dal sole,apre un civettuolo parasole.

Sarapiccina,l’ho riconosciuta subito,è l’unica bambina!

Quentin e Emilio credo di averli individuati ma ancora non ho capito chi sia quentin e chi emilio.Sono molto gentili con le ragazze,non gliene scappa una!!!
Nerone credo sia quel ragazzo riccioluto ,con gli occhi ridenti e neri.
Luca64 mi ha fatto vedere la foto del suo Simone,perciò di lui sono sicura.
Giano,per vivacizzare il viaggio,fa qualche simpatico scherzo.

Cassandro,fingendosi immerso nella lettura,osserva e annota le nostre virtù e debolezze.

Cami,Francesca, dolcevipera,sono inseparabili,danno del filo da torcere alla fauna maschile di questa ipotetica nave!

Con noi ci sono anche,Meri,Astaroth,Angelodervil,Renata,Mauro.
Ancora non l’ho ben individuati,ma siamo appena partiti.
L’hostess,quell’angelo biondo che esaudisce ogni nostro desiderio,non può essere altro che Sara(il nostro aiuto tiscali).
Non siamo tutti,qualcuno deve ancora salire.Sarà un viaggio “fantastico”e istruttivo. Via,leviamo le ancore,si parte!!!!

Bè ragazzi,sognare non costa niente,ciao(e…..via,verso nuove avventure!
Ops,mi è scappato!!  :)

Comments 10 Commenti »